Trasloco: come coinvolgere i bambini?

Come gli adulti, anche i bambini risentono del cambiamento di casa. Anzi, spesso sono loro i più disorientati: abitudinari per indole, amanti dei loro rifugi, affezionati ai piccoli spazi dove si sentono sicuri, possono avere un approccio negativo al nuovo ambiente. Ma sappiamo bene che, incredibilmente elastici come sono, si abitueranno con serenità a qualcosa di nuovo, soprattutto se viene loro proposta con calma e gioia.

TRASLOCO: LA TABELLA DI MARCIA

BAMBINI PICCOLI – Ai più piccoli deve essere assicurata la massima tranquillità durante i giorni del trasferimento; per questo sarebbe opportuno organizzarsi lasciandoli presso parenti stretti oppure insieme a una baby-sitter. Appena la nuova cameretta sarà pronta, fateli venire con voi a visitare il loro rifugio che sarà già arredato con il lettino, i giochi, le cose di prima. Fateli sentire importanti con frasi del tipo “questa è la tua nuova camera ed è tutta tua!”.

QUALCHE ANNO IN PIU’ – I bambini più grandi possono prendere parte alle operazioni di trasloco dando un piccolo aiuto, che li farà sentire enormemente gratificati nel partecipare ad un lavoro impegnativo, aiutando i propri genitori. In questo caso è opportuno assegnare loro mansioni semplici, non permettendo loro di sollevare pesi che potrebbero risultare troppo elevati. È importante preparare i bambini e i ragazzi molto tempo prima, spiegando loro in cosa consisterà il trasloco: i mobili e gli oggetti smontati, un po’ dinervosismo in casa, qualche giorno di scomodità e persone estrane che trafficheranno con i loro giochi ed effetti personali… ma presto tutto tornerà come prima, anzi meglio!

LA CONVENIENZA DEL TRASLOCO 

ADOLESCENTI – Se avete figli adolescenti, invece, potrete affidare a loro compiti un po’ più impegnativi: ad esempio, chiedete loro di sistemare i libri, i giochi, i cd, isoprammobili e quant’altro hanno nella loro cameretta negli scatoloni che vi sarete procurati, facendo capire che la collaborazione è importante, ma, soprattutto, che ritroveranno subito tutto ciò che è stato sistemato con ordine e pazienza. Più si coopera, meno si spende! E, alla fine, ci sarà una piccola ricompensa, come un supplemento della paghetta o una pizza con gli amici che saranno venuti a dare una mano.