Margherite: come piantarle e prendersene cura

Le margherite sono fiori semplici e molto diffusi, ma possono regalare grandi soddisfazioni. Infatti non hanno bisogno di cure continue e resistono molto bene alle intemperie. Sono i fiori più adatti per esser sistemati sui balconi e da primavera a ottobre creano delle macchie di colore piacevoli da vedere. Vi consigliamo di leggere la guida a punti riportata qui sotto per ottenere un balcone perfetto decorato unicamente con le margherite.

COME INNAFIARE LE PIANTE DAL VASO

IL VASO GIUSTO –  I vasi più adatti per far crescere e proliferare le margherite sono quelli classici in terracotta. Proteggono bene le radici dagli sbalzi di temperatura fra notte e giorno e hanno la facoltà di mantenere al loro interno il giusto grado di umidità.

IL LUOGO GIUSTO – Le margherite hanno bisogno di molto sole, quindi posizionate i vasi in una zona ben esposta alla luce. Se avete un balcone in ombra oppure poco illuminato è meglio che non lo decoriate con le margherite.

COME SCEGLIERE IL GIUSTO VASO PER UNA PIANTA

LA SEMINA – Le margherite devono essere seminate nel periodo che va da fine febbraio fino a metà marzo. Sistemate sul fondo del vaso dell’argilla espansa e sopra metteteci del terriccio mescolato a del concime organico. Spargete i semi sulla superficie del terreno e ricopriteli con una manciata di terriccio. Annaffiate abbondantemente e aspettate che la natura faccia il suo corso.

ANNAFFIARE – Le margherite necessitano di molta acqua e nei periodi di siccità, devono essere annaffiate perlomeno una volta al giorno preferibilmente nelle ore serali quando la temperatura si fa più mite.