Guida alle piante nocive:come riconoscerle?

Le piante rendono ancora più speciale la bella stagione. Ma attenzione: molte di esse possono nuocere anche gravemente alla salute (soprattutto dei più piccoli). Ecco una guida per riconoscerle ed evitare brutte sorprese.

GIARDINO: PREPARIAMOLO ALLA PRIMAVERA

AZALEA – E’  la principessa di quasi tutti i giardini, ma tanto è bella quanto pericolosa. Lo sapevate che le sue foglie, se ingerite, possono causare irritazione alla gola?

GELSOMINO – Non è pericoloso tanto il fiore in sé quanto le sue bacche. Se ingerite, possono provocare dissenteria

ERICA –  Noi vi consigliamo di stare molto attenti a questa pianta: i suoi fiori, infatti, sono ricchi di tossine molto pericolose.

IRIS – Anche questo bellissimo fiore può provocare, se ingerito, dolori addominali e vomito.

STELLA DI NATALE – non è una pianta primaverile, ma è comunque pericolosa. Contiene, infatti lattice, e può causare eritemi da contatto. Noi vi consigliamo di tenerla fuori dalla portata dei bambini e lontana dagli animali domestici.

FICUS ELASTICA – altra pianta ornamentale dalle mille insidie. Sapete che oltre ad eritemi, può provocare vere e proprie ustioni?

LE PIANTE ANTI ZANZARE

Vi trovate di fronte ad una pianta tanto sconosciuta quanto affascinante? prima di toccarla, noi vi consigliamo di consultare un buon erbario, oppure, di chiedere consiglio ad un esperto (anche il vostro erborista può esservi d’aiuto). Se dopo aver toccato una pianta, riscontrate irritazione, prurito o qualsiasi altro disturbo più grave, noi vi consigliamo di evitare i rimedi “fai da te” e di recarvi da un medico (magari con una foto della pianta che vi ha causato problemi).