Come scegliere la terra giusta per ogni pianta

COME SCEGLIERE LA TERRA GIUSTA – Le piante traggono dal terreno sostegno e nutrimento, ma ciascuna ha bisogno di un particolare tipo di substrato per crescere più rigogliosa e ricca.

IL TERRICCIO UNIVERSALE – I tipi di terreno si differenziano per la consistenza (sabbioso, argilloso o limoso) o per le sostanze nutritive che contengono e che li rendono acidi, alcalini o calcarei.  Vi chiedete, quindi, cos’è il terriccio universale? Si tratta di un tipo di terreno preparato in modo da essere abbastanza buono per tutte le piante, non troppo acido né alcalino.

FONDI DI CAFFE’, ACETO E SUCCO DI LIMONE – Conoscendo le esigenze delle più comuni piante, potrete provvedere a sistemarle nel terreno più adatto alla loro crescita.  Vi consigliamo ora qualche piccolo stratagemma per migliorare il terreno, in relazione alla pianta che dovrà accogliere.  Se amate il giardinaggio, sicuramente avrete familiarità con le acidofile: gardenie, azalee, camelie, mimose, ortensie e molte altre. Volete mantenere al meglio il livello di acidità della loro terra? Amalgamatevi fondi di caffè o annaffiate con acqua a cui avrete aggiunto un cucchiaio di aceto o di succo di limone.

LETAME E COMPOST – Il terreno alcalino, spesso ricco di calcare, è povero di sostanze come ferro, potassio e zolfo. Se volete correggerlo, abbassando il PH, incorporatevi letame e compost. Tipico esempio di pianta che preferisce il terreno tendente al calcareo e non prospera al meglio in quello acido, è la rosa. Sappiate anche che le piante da frutta prediligono un terreno neutro o poco acido. Se volete, potete far analizzare un campione del vostro terreno in modo da coltivarlo con le piante più idonee, ma, molto sommariamente, vi possiamo dire che i terreni sabbiosi tendono ad essere acidi e quelli argillosi è facile che siano piuttosto alcalini.

LEGGI ANCHE: Come riciclare i rifiuti organici per creare concime