Come curare le orchidee

LA CURA DELLE ORCHIDEE – La splendida orchidea che ha fatto mostra di sé in casa per lungo tempo non vi regala più una bella fioritura? Potete rimediare! Vi consigliamo noi come fare, con pochi e semplici accorgimenti.

GIUSTA ESPOSIZIONE – Sapete di cosa ha bisogno l’orchidea per stare bene e quindi fiorire regolarmente? Le serve la giusta esposizione, quindi un luogo luminoso per almeno 10 – 12 ore al giorno, senza sole diretto.

SOTTOVASO – Necessita poi che il substrato che la ospita possa respirare, quindi il suo vaso non va posto in un altro vaso, ma su un sottovaso con della ghiaia. Se avrete cura di mantenere un po’ d’acqua che lambisca il vaso, senza creare ristagno per le radici, questa, evaporando lentamente, creerà l’umidità che l’orchidea ama tanto.

CONCIME – Infine, la vostra orchidea avrà bisogno di essere concimata. Il concime apposito va somministrato ogni 15 giorni e, considerando che la annaffierete una volta a settimana, dovete ricordare di aggiungere il concime una settimana sì ed una no.

POTATURA – Un errore comune che speriamo non abbiate commesso è quello di tagliare i fiori sfioriti con tutto il ramo che li aveva generati. Questo non va assolutamente fatto: vi consigliamo di tagliare con cura solo lo stelo floreale, con forbicine ben taglienti, e preservare lo stelo principale. Sarà proprio su questo ramo che spunteranno i nuovi boccioli e magari anche altri rametti laterali.

RINVASORinvasate l’orchidea in primavera, ma senza aumentare di troppo la grandezza del vaso; basteranno solo un paio di centimetri in più, col relativo substrato. Se farete tutto quanto vi abbiamo suggerito, la vostra orchidea non tarderà a regalarvi ancora incantevoli fiori, per molti anni.

 LEGGI ANCHE: Come pulire e mantenere i vasi di terracotta