Come coltivare i bulbi

COME COLTIVARE I BULBI – La coltivazione dei bulbi richiede cure e attenzioni particolari da mettere in pratica nelle diverse fasi del loro ciclo vitale. Ecco a voi le dieci cose da fare per preservarli dai marciumi ed ottenere migliori fioriture.

LEGGI ANCHE: Come conservare i bulbi in inverno 

  • Rispettate scrupolosamente il periodo della loro piantagione – I bulbi che danno fiori in primavera, devono essere interrati in autunno mentre quelli che nascono in estate, dovranno essere piantati in primavera.
  • Dissodate il terreno – Prima di scavare la buca destinata ad accogliere il bulbo, zappate il terreno per renderlo più morbido.
  • Profondità – Vi ricordiamo che la profondità della buca deve essere due o tre volte maggiore rispetto all’altezza complessiva del bulbo stesso.
  • Argilla espansa – Mettete una manciata di argilla sul fondo della buca: otterrete un miglior drenaggio.
  • Piantate i bulbi con la parte più appuntita rivolta verso l’alto.
  • Ricoprite il bulbo con la terra e compattate il terreno con le mani.
  • Annaffiate abbondantemente per assicurare al bulbo il giusto quantitativo di umidità.
  • Attenzione ai ristagni d’acqua – Se mettete i bulbi in un vaso, evitate di adoperare il sottovaso che potrebbe essere la causa di pericolosi ristagni d’acqua.
  • Steli fioriferi – Dopo la fioritura, eliminate tutti gli steli fioriferi per evitare che assorbano preziose energie al bulbo .
  • Togliere i bulbi dal terreno – I bulbi che fioriscono in estate devono essere rimossi dal terreno. Noi vi consigliamo di pulirli dalla terra e dalle foglie poi, dopo averli fatti essiccare, riponeteli in un luogo buio al riparo dall’umidità.