Allergia ai peli del gatto: come curarla in modo naturale

 

 

Per quanto possano essere amati e desiderati, molto spesso capita che i gatti non possano essere adottati da alcune persone che, magari dopo averli accolti in casa si accorgeranno della intolleranza al loro pelo e delle allergie che esso scatena nei soggetti sensibili. Coloro che soffrono di allergie al pelo di gatto sanno bene di cosa si tratta: si comincia a starnutire in maniera incessante, spesso si gonfiano gli occhi o non si riesce a respirare bene a causa dei classici sintomi asmatici.

 

COME SCEGLIERE SPAZZOLE E PETTINI PER I GATTI

 

In realtà però non è il pelo vero e proprio che scatena l’allergia, bensì una proteina che si trova nella saliva del gatto che, lavandosi, trasferisce sul pelo. I metodi per combattere l’allergia sono tantissimi: si può ricorrere alla vaccinazione oppure è possibile affrontare l’allergia facendo uso di prodotti omeopatici come, ad esempio, l’antistaminico chiamato Histaminum 9 CH oppure uno sciroppo specifico (Oximix 3+, da assumere due o anche tre volte nel corso della giornata). 

 

CINQUE COSE CHE NON POSSONO MANCARE NEL CORREDO DEL GATTO

 

Noi vi consigliamo anche di adottare delle forme di prevenzione che possono essere basate su una pulizia più approfondita e costante di tappeti, un lavaggio frequente di maglioni di lana, ma anche di cotone, sciarpe e coperte. Ricordatevi che i tappeti sono superfici particolarmente amate dai gatti sui quali però si trova la maggior parte della concentrazione di pelo.
Il lavaggio più frequente del viso e delle mani allevia anch’esso i sintomi allergici, soprattutto se effettuato subito dopo aver coccolato il vostro amico a quattro zampe.