Proprietà del melograno

PROPRIETÀ DEL MELOGRANO

Il melograno, è un concentrato di salute e di proprietà benefiche. Da sempre considerato il frutto della fertilità, è un alleato preziosissimo durante i mesi invernali. Conosciamolo meglio e scopriamo insieme le proprietà del melograno e i suoi usi:

LEGGI ANCHE: Proprietà e benefici del finocchio

  • La leggenda narra che il melograno fu un prezioso prodigio di Madre Natura. Il melograno (il nome deriva da malum, che significa mela e da granum, che significa grano) è una pianta ad arbusto spinosa, originaria dell’Asia caucasica e del nord Africa, che rientra nella famiglia delle punicaceae (i nome deriva dal latino punicum, ossia, cartaginese),
  • La melagrana, frutto del melograno, risulta particolarmente ricca di sali minerali. Si trovano, in particolare, magnesio, potassio, zinco, fosforo e rame. Discreto anche il contenuto di sodio, ferro e calcio. E’ un’importante fonte di vitamina A, B e, C. E. Dunque, aiuta a mantenere sana la pelle e previene l’invecchiamento. Svolge, inoltre, un’azione antivirale ed antibatterica.
  • Il melograno apporta solamente 52-60 Kcal per 100 grammi di prodotto; è costituito da un’abbondante quantità d’acqua, corrispondente a circa l’80%, mentre il restante 20% viene ripartito tra zuccheri, fibre, proteine e grassi.
  • Ma quali sono le proprietà del melograno ? Il suo succo è un potente antiossidante. Combattendo i radicali liberi, combatte l’invecchiamento cellulare, svolge un’azione antitumorale e previene l’arteriosclerosi. Questo frutto è molto utilizzato nella cucina greca, dove è protagonista di innumerevoli ricette. Nelle nostre i grani della melagrana possono essere utilizzati per dare un tocco di colore, e di gusto, ad insalate.
  • Il melograno rientra nella categoria dei possibili frutti ad azione anticancro, ma – anche in questo caso – la teoria è in attesa di nuovi riscontri pratici. L’attività anticancerogena viene attribuita all’acido ellagico, in grado di rallentare il processo di distruzione di P53 (o proteina tumorale 53), un potente antioncogeno che riveste la funzione di soppressore antitumorale. In parole semplici, il P53 è in grado di rallentare o sopprimere le cellule tumorali nascenti, e l’acido ellagico estratto dal melograno ne rallenterebbe la distruzione, proteggendo perciò l’organismo.

Non dimentichiamo che del melograno non si butta nulla: la corteccia della melagrana, infatti, può essere utilizzata come colorante naturale per tingere fibre non sintetiche.  Se i nostri consigli sulle proprietà del melograno vi sono piaciuti continuate a seguirci sul nostro sito www.soluzionidicasa.com e sulla nostra pagina Facebook.