Come prendersi cura del proprio montascale: pulizia e manutenzione

Una volta che si è finalmente provveduto ad installare un montascale a poltroncina in casa o nel proprio condominio, cosa si deve fare per mantenerlo sempre pulito e al meglio? Quali sono le cure e le attenzioni che dobbiamo riservare a questo dispositivo per far sì che funzioni sempre al meglio e il più a lungo possibile?

Pulire un montascale è un’operazione semplice, che non richiede grossa fatica ma che è importante fare il più possibile con regolarità.

È sufficiente inserire la pulizia del montascale nella propria routine di pulizie una volta a settimana, si può infatti considerare come un ulteriore elemento d’arredo, e in quanto tale va pulito e spolverato con regolarità. Se non si riesce a farlo ogni settimana, sarebbe opportuno organizzarsi per farlo almeno due volte al mese, per essere sicuri di non compromettere in alcun modo le prestazioni del dispositivo.

Come prima cosa è fondamentale ricordare che il montascale, essendo dotato di un meccanismo automatico, è costituito di parti elettriche ed elettroniche, pertanto è assolutamente da evitare l’uso di getti d’acqua diretti, poiché danneggerebbe inevitabilmente le parti elettriche oltre a poter essere pericoloso per l’incolumità della persona. È sufficiente usare un panno umido o in microfibra per eliminare la polvere o eventuali residui e macchie dai principali elementi della poltroncina, ovvero i braccioli, il poggiapiedi e lo schienale.

Tra le prime operazioni da fare, spesso però trascurata, c’è la pulizia della guida del montascale, la polvere che si deposita nel tempo rischia di creare delle strisce nere che percorrono tutta la lunghezza. Per evitare che succeda, basta usare dell’alcool, non sono necessari prodotti specifici, l’alcool sarà sufficiente per sgrassare ed eliminare il deposito di sporcizia senza però rischiare di erodere e così rovinare la vernice.  Tutti i prodotti che si usano, alcool o detergenti specifici, non vanno mai spruzzati direttamente sul dispositivo ma sempre su un panno.

Quando si pulisce la guida occorre fare attenzione a pulire soltanto la parte della verniciatura superiore, avendo cura di non rimuovere mai il lubrificante che si trova tra i denti della cremagliera posizionati nella parte sotto della rotaia, eliminare il lubrificante potrebbe causare dei guasti alla parte meccanica anche di grave entità, compromettendo irrimediabilmente il dispositivo che potrebbe dover essere riparato o direttamente sostituito.

Mantenere la cremagliera ben pulita e lubrificata è un aspetto importante della manutenzione del montascale, questa operazione spetta però al personale tecnico esperto ed autorizzato a tale operazione di routine.  Non si tratta di un intervento che si può improvvisare, i denti della cremagliera devono combaciare alla perfezione con il pignone interno al motore, è sempre meglio affidarsi a chi lo fa di mestiere, per evitare di compromettere il funzionamento delle parti.

Anche la scelta del lubrificante può essere improvvisata, ma questo deve essere fornito direttamente dalla casa madre, testato e approvato per adattarsi alle necessità del dispositivo scelto. Spesso è la ditta stessa da cui si è acquistato il montascale a fornire un kit apposito con tutti i prodotti necessari per la pulizia, come panni in microfibra, spazzole specifiche e delicate per pulire la cremagliera, lo sgrassatore e, come detto, il lubrificante.

Durante le operazioni di pulizia della poltroncina, specie se si pulisce la guida, è importante che il dispositivo non sia in movimento e bisogna assicurarsi che nessuno in casa possa azionarlo inavvertitamente a distanza tramite i telecomandi dati in dotazione. Tutte le operazioni di pulizia vanno svolte a dispositivo spento, per la sicurezza della persona che se ne occupa.

Per quanto riguarda i montascale esterni, occorre fare delle precisazioni: essendo più soggetti all’azione degli agenti esterni, sono sì realizzati con materiali e componenti più resistenti, ma necessitano comunque di

qualche attenzione in più. È opportuno ricordare di coprire sempre la poltroncina o la pedana, considerando anche la parte del motore, con un telo protettivo.

Anche nel caso della poltroncina esterna non bisogna dimenticarsi di pulire bene la guida per evitare che si depositino polvere, terra o altri elementi che possano ostruire il passaggio della poltroncina.

In generale, sia per i montascale esterne che interne, si sconsiglia sempre l’uso di spazzole o spugne con lati particolarmente abrasivi, in quanto potrebbero rovinare la verniciatura esterna del dispositivo.

Occuparsi della manutenzione ordinaria del proprio montascale non conviene soltanto in termini di efficienza e di risparmio economico, poiché garantisce una vita decisamente più lunga al proprio dispositivo ma è un’operazione che è regolata da una legge, nello specifico la legge DM 236/89, la quale impone di verificare con regolarità il corretto funzionamento dei meccanismi, sia elettrici che meccanici, delle funi, delle catene e dei rispettivi attacchi, nonché il funzionamento di telecomandi ed altri dispositivi a distanza, ecc.

In Italia la verifica ordinaria per controllare il corretto funzionamento di tutte le parti del montascale dovrebbe avvenire ogni 2 mesi circa.

La manutenzione vera e propria del dispositivo, essendo questo uno strumento necessario per la vita delle persone, prevede inoltre delle agevolazioni fiscali. Si può infatti beneficiare dell’iva agevolata al 10% invece che al 22%.