Lenzuola macchiate, le macchie più comuni

Le lenzuola pulite e profumate sono l’emblema del bucato perfetto, non trovate? Ecco perché è così deludente tirarle fuori dalla lavatrice con le macchie ancora lì, dove le abbiamo lasciate! Rifare il letto con le lenzuola macchiate è impensabile, quindi dobbiamo trovare il modo di mandare via le macchie subito, fin dal primo lavaggio. Oggi ci concentreremo in particolare sulle macchie più comuni, quelle che tutti prima o poi si ritrovano sulla biancheria da letto. Pur essendo frequenti però, non sempre è cosa scontata eliminarle, bisogna sapere bene cosa fare!

  • Lenzuola macchiate di urina
    • Per eliminare sia l’alone giallo che l’odore pretrattate il lenzuolo con una soluzione composta da acqua ossigenata al 3% e aceto bianco in parti uguali. L’acqua ossigenata eliminerà la macchia, mentre l’aceto agirà sull’odore. Lavate poi normalmente il lenzuolo in lavatrice con il consueto detersivo, ma scegliete un programma ad acqua fredda. 

  • Lenzuola macchiate di fondotinta
    • Se il fondotinta è a base non oleosa potete smacchiare le lenzuola con un mix di aceto bianco e bicarbonato. Create una pasta e strofinatela sulla macchia. Lasciate agire qualche minuto poi rimuovete il tutto e lavate normalmente le lenzuola in lavatrice.
    • Per i fondotinta a base oleosa o per quelli in polvere invece è più efficace una o due gocce di detersivo per piatti delicato. Versatelo sulla macchia e fatelo penetrare con le dita, lasciate agire pochi minuti poi rimuovetelo con un foglio di carta casa. In alternativa potete usare lo Sgrassatore Universale della linea T&F Cleaning, da spruzzare direttamente sulla macchia, anche in questo caso lasciate agire alcuni minuti prima di lavare le lenzuola.

  • Lenzuola macchiate di sangue
    • Eliminate la parte più superficiale della macchia facendoci scorrere sopra abbondante acqua fredda (Attenzione!! L’acqua calda fissa i pigmenti rossi del sangue!!). Una volta eliminato il grosso della macchia fate sparire l’alone tamponandolo con un batuffolo di cotone intriso di acqua ossigenata. A questo punto se vedete ancora qualche traccia strofinate abbondantemente un panetto di sapone di Marsiglia sulla parte interessata, aspettate 5 minuti poi mettete il lenzuolo così com’è in lavatrice e procedete al normale lavaggio, meglio in acqua fredda.

  • Lenzuola macchiate di caffè
    • Se agite all’istante potete cavarvela con un po’ d’acqua e sapone di Marsiglia da strofinare direttamente sulla parte interessata. In alternativa per lenzuola bianche di cotone o lino è efficace sia l’acqua ossigenata che qualche goccia di candeggina. 
    • Per le lenzuola in cotone colorate preparate una soluzione composta da una parte di acqua e due parti di aceto bianco e versatela sulla macchia, lasciate agire poi lavate normalmente.
    • Sulle lenzuola di seta dovrete essere molto più delicati. Agite il prima possibile e versate sopra la macchia dell’acqua gassata. Una volta sbiadita la macchia versateci sopra del detersivo delicato e fatelo penetrare con le mani, poi completate il lavaggio a mano o in lavatrice.
  • Lenzuola macchiate di sudore 
    • Prepara un ammollo con 5 litri di acqua, 15 cucchiai di sale grosso e 15 cucchiai di bicarbonato, poi inserite le lenzuola e lasciatele in ammollo tutta la notte. Il mattino seguente fate un normale lavaggio in lavatrice e stendete all’ombra.