La manutenzione degli attrezzi da giardino

atrezzi per la cura del giardino

La cura del proprio giardino è certamente uno tra gli hobby preferiti e tra i più diffusi. 
Sia che si tratti di creare dei punti verdi sul proprio terrazzo o che si abbia un po’ di terreno a disposizione, è possibile dare profumo e colore, andando a scegliere tra tantissime tipologie di fiori e piante.
Con l’arrivo della stagione fredda, la manutenzione degli attrezzi è fondamentale. 
Il freddo e l’umidità sono i nemici principali e quindi, dovremo adottare alcuni semplici accorgimenti. 
Per quanto riguarda i piccoli attrezzi come sarchiello, zappetta, forchetta, è importante pulire bene le parti in metallo, asciugarle bene e cospargerle con dell’olio, usando un panno imbevuto.
Lo stesso verrà fatto per forbici e cesoie, avendo cura di lubrificare, con uno spray apposito o con un pochino di grasso, le viti e gli elementi di snodo. Se poi i manici sono in legno, e bene cospargerli con dell’olio paglierino, in maniera generosa e avendo cura che venga ben assorbito.
Lo stesso trattamento dovrà essere fatto anche per attrezzi più grandi come pala, rastrello, zappa. In più, si controllerà il fissaggio delle parti metalliche al manico, e si raddrizzeranno i denti del rastrello se necessario.
Quindi, si tratta di operazioni molto semplici, ma assolutamente fondamentali, che garantiscono lunga durata. Un pochino più complesse, ma altrettanto importanti, riguardano quegli attrezzi con una componente meccanica, come tosaerba, decespugliatore, tagliasiepe. La prima fase è quella della pulizia, con rimozione di residui di erba, terra, sporco, soprattutto dalle parti più nascoste e meno accessibili. Poi si passeranno con uno straccio con dell’olio le lame e anche le altre parti in metallo. Con del grasso, invece, cospargeremo i bulloni, i dadi, le viti, i cavetti, le assi delle ruote e comunque tutte le parti di snodo. In alternativa al grasso, esistono in commercio delle sostanze lubrificanti spray, sicuramente più pratiche ma anche più costose. Se la messa in moto ultimamente non era ottimale, si possono pulire o nel caso sostituire le candele. A questo punto, non rimane che togliere la benzina residua dai serbatoi, et voilà… la manutenzione è fatta!