I pezzi cult dell’inverno mettili via così!

È il momento del cambio stagione? Ottimo, ma i capi tipicamente invernali meritano ancora un’ultima coccola prima di andare in letargo. Ecco come prendersi cura di: piumini, giacche, cappotti e pellicce ecologiche.
1 – Piumini
Prima di riporre il piumino nell’armadio è opportuno lavarlo. Guarda l’etichetta e scopri se puoi lavarlo in lavatrice, a mano o se può essere lavato solo a secco. Se puoi lavare il piumino in casa, imposta sempre una bassa temperatura, usa un detersivo neutro e centrifuga al minimo. L’asciugatura dovrà avvenire all’aria, ma non sotto il diretto contatto del sole. Distendi i piumini in orizzontale e ben aperti, e solo una volta che saranno perfettamente asciutti potrai riporli nelle apposite custodie, o anche sottovuoto se hai problemi di spazio.


2 – Giacche e cappotti
Questi importanti capi spalla, realizzati solitamente in lana o cachemire, non possono essere lavati in casa, ma solo in lavanderia. Se però al termine dell’inverno sono ancora intatti, magari perché usati poco, puoi semplicemente rinfrescarli prima di riporli. Spolverali con una spazzola levapelucchi, muovendola ripetutamente sul capo sempre nella stessa direzione. Prepara una miscela composta per metà da acqua e per metà da aceto bianco e vaporizzala su giacche e cappotti, poi lasciali asciugare perfettamente.
3 – Pellicce ecologiche
Se puoi lavarle a mano o in lavatrice procedi seguendo le istruzioni, altrimenti tra un passaggio in lavanderia e l’altro, rinfrescale cospargendole di bicarbonato. Lascia agire il prodotto qualche minuto poi spolvera i capi con una spazzola metallica.

Come pulire le pellicce ecologiche