Disinfettare la casa con la candeggina , le dosi corrette di candeggina

La candeggina è un disinfettante formidabile e soprattutto in questo periodo può esserci molto utile. Quando ci si appresta ad utilizzare la candeggina uno dei dubbi più frequenti riguarda il dosaggio e soprattutto la concentrazione. Non sono infrequenti domande del tipo “ Quanti ml di candeggina servono per avere una corretta disinfezione delle superfici?” oppure “ In che percentuale va diluita per cristallizzare l’acqua dei vasi?”. Oggi cercheremo di rispondere a queste domande e spazzare via tutti i dubbi in proposito.

Detergente disinfettante – dose di candeggina

Per creare un’emulsione disinfettante multiuso da usare su tutte le superfici lavabili vi consigliamo di diluire la candeggina nella dose di una parte a tre. Questo significa che se mettete in un contenitore un bicchiere di ACE Classica devi aggiungere tre bicchieri di acqua per ottenere la giusta concentrazione. Mescola bene la soluzione prima dell’utilizzo, ma ricorda che questo dosaggio richiede un risciacquo finale. È quindi indicato per pulire sanitari del bagno, lavello della cucina ecc. Se invece vuoi un detergente che non richiede alcun risciacquo da utilizzare sui pavimenti, per pulire il terrazzo e le grandi superfici diluisci un bicchiere di candeggina in 5 litri di acqua.

come eliminare il calcare dal bagno

Antimuffa – dose di candeggina

Se invece intendi utilizzare la candeggina per rimuovere la muffa alle pareti ti conviene usarla pura. In questo caso infatti hai bisogno della massima potenza per eliminare le terribili spore dai muri. Versa la candeggina sulla spugna o spruzzala direttamente sulla parete dopo averla messa in un contenitore spray.

 

Sbiancare il bucato – dose di candeggina

Per rendere il bucato ingiallito di nuovo bianco la candeggina è insuperabile! Non occorrono grandi dosi di prodotto, basta diluirne 200 ml in 10 litri di acqua. I capi vanno però lasciati in ammollo per almeno 30 minuti e non oltre i 45 minuti. Poi puoi risciacquare e procedere con il normale lavaggio.

Disinfettare l’acqua per le piante e dei fiori recisi – dose di candeggina

Per rendere chiara e priva di muffe e batteri l’acqua delle piante e dei fiori recisi puoi utilizzare la candeggina, ma questa volta le dosi sono davvero minime. Ne bastano poche gocce per litro d’acqua, e puoi dosarle con un cucchiaino da caffè. In questo modo l’ipoclorito di sodio avrà modo di espletare pienamente la sua funzione senza tuttavia rendere l’acqua dannosa.