Come stirare un vestito da sposa

 

Il vestito da sposa è “l’abito” per antonomasia e quando giunge il momento di indossarlo deve essere assolutamente perfetto, senza nessuna stropicciatura. Può accadere perciò che vi ritroviate a doverlo stirare, operazione a cui si deve porre la massima attenzione.

 

COME STIRARE IL PIZZO

 

  • Innanzitutto è necessario che vi dotiate di un ferro da stiro a vapore (o di uno a caldaia) in cui si possa regolare la temperatura del vapore. Poiché gli abiti da sposa sono realizzati con tessuti sensibili al calore come seta e raso, è necessario stirarli con una temperatura moderata. Noi vi consigliamo di cercare all’interno dell’abito l’etichetta con le indicazioni per la stiratura e, se è presente, regolate il ferro di conseguenza.
  • Mettete l’abito alla rovescia e procuratevi un panno di cotone pulito e di colore bianco da appoggiare al di sopra del tessuto prima di passare il ferro da stiro. La stiratura deve iniziare dal corpetto che deve essere infilato sull’asse da stiro. Se però sono presenti delle arricciature, tralasciate la stiratura al rovescio ed eseguitela sul diritto per evitare di creare delle grinze.
  • Passate poi alla gonna, stirandone un pezzetto per volta finché non l’avete terminata e quindi raddrizzate l’abito e ripetete la stessa operazione. Dove sono presenti le arricciature ricordate che dovete agire con la punta del ferro.

 

COME STIRARE NEL MINOR TEMPO POSSIBILE

 

Una volta terminata la stiratura, noi vi consigliamo di appendere subito l’abito, ma di non riporlo nell’armadio per almeno mezzora per dargli modo di raffreddarsi.