Come pulire i vetri esterni dopo la pioggia

COME PULIRE I VETRI ESTERNI DOPO LA PIOGGIA

L’autunno ha portato con sé molte piogge ed acquazzoni ed ha imbrattato i vetri esterni? Niente paura, basta armarsi di pazienza, alcol e aspettare la prima bella giornata di sole per riparare i danni. Vediamo come procedere:

GUARDA IL VIDEO: Come pulire i vetri 

  • Prima di armarvi di bacinelle e detersivi, vi consigliamo di aspettare una giornata di bel tempo in modo che tutta l’umidità dell’aria si sarà asciugata e i risultati saranno migliori.
  • Cominciate spolverando i vetri: spesso la pioggia porta con sé sabbia e altre particelle che si fissano sui nostri vetri, lasciando degli aloni che aumentano la sensazione di vetro sporco.
  • Passate un panno sui vetri insistendo negli angoli degli infissi.
  • Preparate una bacinella con dell’acqua molto calda e diluite 10 ml di alcol. Poi procuratevi un panno di microfibra che vi servirà per bagnare il vetro, e un panno di semplice cotone bianco. Può andare bene anche la vecchia federa di un cuscino o, in alternativa, un vecchio lenzuolo. Questo panno servirà ad asciugare il vetro senza lasciare fibre residue, ecco perché è preferibile che sia in cotone.
  • Ora è arrivato il momento di lavare i vetri. Non risparmiate l’acqua, anzi, abbondate e, anche in questo caso, insistete nei bordi tra infissi e vetri. Se è necessario ripetete l’operazione prima di passare ad asciugare con cura il vetro.
  • Volete evitare l’effetto goccia che la pioggia lascia sul vetro? Basterà procurarvi un prodotto specifico per i vetri del box doccia, da vaporizzare sul vetro seguendo le istruzioni. O in alternativa creare una miscela di metà acqua e metà aceto bianco.

LEGGI ANCHE: Come pulire porte e finestre

Ultimo passaggio? Godetevi i vetri puliti e un ambiente più luminoso. Se i nostri consigli su come pulire i vetri esterni dopo la pioggia  vi sono piaciuti continuate a seguirci sul nostro sito www.soluzionidicasa.com e sulla nostra pagina Facebook.