Come prendersi cura di una tartaruga

CURA DELLA TARTARUGA – La tartaruga è un animale intelligente, impara le abitudini di casa e impone le sue. Non pensiamo però che non necessiti di cure e attenzioni: ne ha bisogno come tutti gli esseri viventi. Parliamo, in questo caso, di tartaruga di acqua dolce, quella che frequentemente troviamo in vendita alle feste di piazza al costo di pochi euro, piccola e tanto carina: 

  • Sapete, vero, che non resterà così piccola per sempre? Se decidete di acquistare una tartarughina, valutate il fatto che, ben curata, potrà vivere con voi molti anni, anche oltre due o tre decine.
  • La tartaruga vive in acqua, ma non sempre. Ha bisogno di poterne uscire e stare al sole, poiché è un animale a sangue freddo. Indispensabile, quindi, provvedere a crearle un’isoletta su cui adagiarsi quando desidera uscire dall’acqua. Un bel sasso levigato di fiume sarà comodo, oltre che esteticamente piacevole.
  • L’elemento acqua è importante. Può essere acqua di rubinetto lasciata riposare un po, prima di darla alla piccola tartaruga. Man mano che le dimensioni della tartaruga aumentano, deve crescere anche la dimensione della vasca che la ospita e la quantità di acqua a sua disposizione.
  • La tartaruga mangia l’apposito mangime in commercio, ma gradisce molto qualche gamberetto, pezzetti di pesci o piccoli pesci interi (quando è più grande) e le verdure.
  • Durante l’inverno la tartaruga va in letargo. Quando comincia a muoversi poco e a non mangiare più, si deve spostare in una stanza fresca, intorno ai 10°, e lasciare tranquilla finché, ad inizio primavera, non ricomincerà a diventare attiva.

La tartaruga impara a conoscervi e ad aspettarvi: non sottovalutate la sua intelligenza.

LEGGI ANCHE: Come pulire l’acquario