Come conservare il pane

Il profumo del pane è sicuramente tra i più graditi al nostro olfatto, e pare addirittura, secondo uno studio fatto in Francia da alcuni ricercatori, che abbia la proprietà di mettere di buon umore e predisporre positivamente le persone verso gli altri. Passando dall’odore al sapore, è noto che 
il pane appena sfornato ha sicuramente qualcosa in più. Altrettanto vero è che, spesso, non abbiamo la possibilità di consumarlo a così breve distanza, e quindi: come possiamo conservarlo al meglio?
Innanzitutto, ci sono delle cose da non fare: Per esempio, mettere il pane in frigorifero è assolutamente sconsigliabile, in quanto perde la croccantezza e diventa un po’ molle. Questo avviene per un processo di trasformazione dell’amido, che è più veloce con temperature prossime allo zero.
Il metodo semplice, e che funziona per 2-3 giorni, consiste nel mettere il pane in un sacchetto di carta per alimenti (quello fornito dal fornaio è perfetto) e poi in un sacchetto di plastica. Questo permetterà al pane di rimanere piuttosto croccante, in quanto l’umidità che va a cedere viene assorbita dalla busta di carta. Allo stesso tempo non indurirà troppo, in quanto il sacchetto di plastica ne limiterà l’esposizione all’aria.
Un’altra soluzione è quello di avvolgere il pane in un panno bianco, e poi riporlo in un mobiletto chiuso e in un apposito tostapane in legno.
Sempre il panno, ma questa volta umido, è un rimedio valido per tutte le tipologie di pane, E’ importante che sia bianco. Vi si avvolge, chiudendo bene da tutte le parti, e si posa in una casseruola aperta, non al caldo. Se invece abbiamo necessità di conservare per molti giorni, la soluzione migliore è congelarlo. 
Si prende un sacchetto di plastica apposito, vi si infila il pane e si fa uscire tutta l’aria. A questo punto,si chiude bene e si colloca all’interno del congelatore.
Al momento di usarlo, o si tira fuori la mattina per la sera, in modo che si scongeli lentamente , oppure si passa un pochino nel forno. In questo modo il pane si riprende e riacquista croccantezza, e può essere consumato con soddisfazione.