Segreti in cucina

Oli per friggere

Il fritto perfetto deve essere: croccante all’esterno ma morbido e succoso all’interno e non unto dal grasso di cottura. Ma, onestamente, riesce sempre? No! Spesso succede tutto l’opposto: la frittura si stacca e il cibo risulta molle. Ma non preoccupatevi, siamo qui apposta per svelarvi tutte le regole per una frittura  da 10 e lode.

 

GLI OLI PER FRIGGERE

 

  • Verificate sempre la temperatura dell’olio prima di immergervi qualsiasi alimento. Per farlo basterà intingervi uno stuzzicadenti: se, attorno ad esso, appariranno delle bollicine significherà che la temperatura desiderata è stata raggiunta.
  • Friggete pochi pezzi per volta. In questo modo non farete abbassare troppo la temperatura e permetterete all’umidità, presente nei cibi, di uscire
  • Non lasciate mai l’olio senza ingredienti in cottura
  • Evitate di utilizzare lo stesso olio troppo a lungo
  • Sale e spezie vanno sempre aggiunge a cottura ultimata, perché possono alterare e sporcare l’olio in cui state friggendo
  • Una volta terminata la cottura, scolate l’eccesso di olio e fate asciugare gli alimenti su carta assorbente prima di servirli

 

Il nostro consiglio:

Quando friggete, per evitare gli schizzi, coprite la padella con un colapasta di metallo. Il vapore uscirà ma l’olio non schizzerà. Inoltre per evitare che l’odore di fritto si sparga per tutta la cucina, aggiungete una fetta di mela nella padella durante la frittura: salverà la cucina, e la casa, dall’odore persistente.