Parliamo dei tacchi: il tacco ideale per una calzature da donna

Sandali o zeppe

Le scarpe sono croce e delizia di ogni donna, in quanto si vorrebbe possederne a migliaia, ma spesso ci si deve accontentare di poche e ben misurate paia. Se desideriamo parlare dell’importanza dei tacchi, essi riescono a definire come pochi accessori sanno fare lo stile di chi li indossa, ma qual è il tacco ideale per una calzatura da donna?

1- Per il giorno e per i momenti di relax, il tacco ideale chiede di essere basso e soprattutto largo. Il tacco largo assicura una buona postura della schiena, non affatica le gambe e soprattutto riesce ad alzare di statura. Per il giorno è meglio quindi preferire calzature dal tacco medio basso, massimo a sei centimetri, per non stancarsi troppo e arrivare alla fine della giornata in perfetta forma.

2- Anche se l’immaginario estetico chiede alla donna di indossare tacchi altissimi nelle occasioni importanti, questa verità non è assoluta. La moda e le ultime tendenze non prevedono l’impiego di tacchi vertiginosi, anzi. Ciò che più conta è la combinazione di eleganza nello stile e quindi la scelta del tacco deve adeguarsi agli abiti e soprattutto alla propria presenza fisica.

3- Ad ognuno il suo tacco: il tacco ideale per una calzatura da donna deve essere ‘sentito’ da chi lo indossa. Se non si sopportano i tacchi si può optare per delle ballerine, oppure per degli stivaletti a raso terra, mentre se si desidera acquistare alcuni centimetri in più la scelta più modaiola e di buon gusto risiede nelle zeppe: solide, belle e soprattutto facili da indossare in ogni momento della giornata.