In Cucina – Pulire gli Scaffali e la Dispensa

Le pulizie di primavera, tappa dopo tappa, ci hanno finalmente condotto qui, in dispensa. È ora di mettere mano a pacchetti, confezioni, scatolette e barattoli, riportare l’ordine perduto nel tempo e soprattutto igiene e pulizia. Da dove cominciare? Ecco alcuni consigli:

  • Iniziate dagli scaffali aperti e dalle mensole, proseguite poi all’interno degli armadietti di pensili e basi. 
  • Vi consigliamo di lavorare per sezioni, e di svuotare i vari ripiani completamente: per il momento potete sistemare tutto sul tavolo, vi occuperete poi degli alimenti. 
  • Se pensate di apportare dei cambiamenti nella disposizione dei vari cibi questo è un buon momento per metterli in pratica. Ricordate comunque alcune regole base:
    • Alimenti come olio, patate, aglio o cipolle si mantengono meglio al buio, quindi preferite gli armadietti chiusi per riporli
    • Attenzioni a quegli alimenti che soffrono l’eccessivo calore, metteteli lontano da forno e piano cottura
    • Quelli che invece temono l’umidità, come il sale ad esempio, vanno tenuti lontani dal lavello e lontani dai fornelli per via del vapore che si sviluppa in cottura.
    • Mettete le spezie e gli ingredienti di uso frequente in posizioni facilmente accessibili  

Pulire scaffali e armadietti

Una volta svuotati, passate sugli scaffali e sui ripiani interni degli armadietti una miscela composta da acqua e aceto bianco in parti uguali. Se si tratta di mobili in legno aggiungete alla miscela precedente un cucchiaino di olio vegetale. In alternativa potete sostituire la miscela con il Detergente Universale della linea T&F Cleaning. Si tratta di un prodotto realizzato con sostanze naturali e con l’aggiunta di oli essenziali che abbiamo pensato per voi, già pronto in un comodo contenitore spray e che non necessita di risciacquo.

Riordinare la dispensa

Una volta terminata la fase di pulizia potete rimettere gli alimenti al loro posto, non prima di aver fatto un’attenta cernita però. Procedete così:


  • Controllate attentamente le date di scadenza e buttate i cibi che hanno oltrepassato la scadenza consigliata.
  • Mettete davanti gli alimenti che hanno la scadenza più vicina e dietro quelli che si conservano più a lungo. Se vi accorgete che qualche confezione è sul punto di scadere consumatela subito.
  • Per i cibi di più lunga conservazione seguite la stagionalità: ad esempio, la confezione di polenta che scadrà fra molti mesi potete metterla in fondo, essendo questo un cibo invernale che certamente non consumerete nelle settimane a venire, mentre le confezioni di mais, che andranno ad arricchire le fresche insalate estive, possono stare davanti.
  • Per evitare disastrosi crolli all’interno della dispensa mettete in basso le confezioni più voluminose e pesanti e sopra quelle più leggere, ma impilate solo quelle che si incastrano bene fra loro.