Il nemico muffa e odore di muffa: 10 cose su cui si forma e come intervenire

Esiste un nemico più disgustoso della muffa? Probabilmente no! Perciò quando si ha a che fare con il nemico muffa e odore di muffa occorre affilare bene le armi se si vuole vincere la battaglia. Quindi ora prendiamo in esame le 10 cose su cui si forma e come intervenire, dopodiché potremo dire di esserci definitivamente sbarazzati del nemico muffa.

  • Muffa sui muri, come intervenire

Preparate una miscela composta da 500 ml di acqua e 250 ml di aceto bianco, aggiungete 30 g di bicarbonato, 30 ml di acqua ossigenata, 15 g di sale fino e 1 cucchiaino di succo di limone. Passate la miscela sulla muffa con uno straccio che poi butterete. Lavorate coprendovi le vie respiratorie per non inalare le spore. Se il problema è frequente valutate un intervento strutturale, come pannelli isolanti e ponti termici.

  • Muffa sulle fughe, come intervenire

Mescolate un bicchiere di acqua ossigenata con 3 cucchiai di amido di mais (o fecola di patate). Otterrete una pasta da stendere sulle fughe. Aspettate un’ora, poi strofinate con uno spazzolino da denti e rimuovete con una spugna. Eliminata la muffa lavate le piastrelle normalmente.

  • Muffa nel box doccia, come intervenire

Create una pasta mescolando poca acqua tiepida a del bicarbonato. Usate questa crema per coprire tutti i punti in cui vedete i depositi di muffa all’interno del box doccia. Dopo circa un’ora risciacquate e verificate che la muffa sia scomparsa completamente, in caso contrario ripetete l’operazione dall’inizio.

  • Muffa sulle guarnizioni del frigorifero, come intervenire

Intingete un cotton fioc nell’aceto e passatelo lungo le guarnizioni annerite dalla muffa. Ripetete l’operazione con altri cotton fioc puliti man mano che diventano sporchi, e procedete fino a che la muffa non sarà completamente sparita. Passate ora un panno bagnato di sola acqua per rimuovere le tracce dia ceto e asciugate.

  • Muffa sui vestiti, come intervenire

Se i tessuti sono bianchi ricoprite le macchie di muffa con il percarbonato di sodio dopo averle prima inumidite. Lasciate agire 10 minuti poi mettete i capi in lavatrice e aggiungete ancora 1 cucchiaio di percarbonato di sodio tra gli additivi, oltre al normale detersivo. Per capi colorati preparate un ammollo con acqua e tea tree oil. Lasciate i capi a bagno per 30 minuti prima di lavare a mano o in lavatrice.

  • Muffa sulle scarpe, come intervenire

Per le scarpe da ginnastica strofinate con uno spazzolino asciutto, poi mettete le scarpe in ammollo nell’aceto per mezz’ora e infine in lavatrice, quindi stendete sotto il sole fino a completa asciugatura. Per le scarpe di pelle usate un batuffolo di cotone intriso di alcool disinfettante (quello ad uso medico andrà benissimo). Per eliminare o prevenire l’odore di muffa invece cospargete l’interno della scarpa con del bicarbonato, lasciate agire una notte intera poi rimuovetelo.  

  • Muffa sulle borse, come intervenire

Per la parte interna togliete tutto il contenuto della borsa e rovesciatela, poi appendetela su una gruccia. Inumidite un panno morbido in cotone con dell’aceto bianco non diluito e tamponate le macchie di muffa. Pasa poi con un panno intriso di sola acqua e metti ad asciugare all’aperto e al sole per almeno 24 ore. Per la parte esterna, soprattutto su borse di pelle, utilizzate lo stesso sistema ma sostituite l’aceto con alcol denaturato.

  • Muffa sugli infissi, come intervenire

Mettete dell’aceto in un contenitore spray e spruzzatelo sulle finestre in corrispondenza della muffa per uccidere le spore. Mettete poi un cucchiaio di bicarbonato su un panno inumidito e strofinate per ottenere un effetto leggermente abrasivo in grado di rimuovere i residui di muffa.

  • Muffa sui mobili, come intervenire

Preparate una soluzione composta per metà da acqua e per metà da aceto di mele, spruzzatela sul retro di armadi e interno di cassetti (le zone frequentemente colpite da muffa) e passate con un panno morbido. Lasciate asciugare all’aria senza richiudere i mobili. Foderate le parti interne dei mobili con carta da parati plastificata, poi mettete dei sacchetti contenenti chiodi di garofano e pepe nero, in grado di assorbire l’eccesso di umidità.

Come togliere la muffa da armadi e cassetti in legno 

  • Muffa sul materasso, come intervenire

Cospargete il materasso con polvere di bicarbonato addizionata con alcune gocce di tea tree oil. Lasciate agire almeno 2 ore, poi strofinate con una spazzola per tessuti e rimuovete i residui con il tubo dell’aspirapolvere.