I benefici delle crucifere

I BENEFICI DELLE CRUCIFERE –  Verze, cavoli, broccoli, cime di rapa, ravanelli: si tratta delle crucifere e il nostro consiglio è quello di consumarne in abbondanza e di non farle mai mancare sulla tavola, dal momento che sono fonte di salute e benessere e, grazie alla povertà di calorie, aiutano durante le diete ipocaloriche.

LE PROPRIETÀ – La presenza in questi ortaggi della vitamina C, della vitamina A e della K apporta all’organismo preziosi nutrimenti e sali minerali, salvaguarda la salute della pelle e quella del sistema immunitario. Ma, prima di tutto, vi consigliamo di consumare in abbondanza le crucifere dal momento che sono ritenute piante antitumorali, grazie alla presenza degli isotiocianati, fitoestrogeni e antiossidanti che combattono la degenerazione del DNA e ostacolano il formarsi di neoplasie dei polmoni, della mammella, della prostata e dell’apparato digerente. Il sulforano, altra sostanza che trovate nelle crucifere, vi protegge dal diabete, dall’iperglicemia, dai danni vascolari e dagli eccessi di colesterolo nelle arterie.

LEGGI ANCHE: I cibi autunnali 

LA GIUSTA COTTURA – Attenzione però a non rovinare tutti questi pregi di cavoli, verze e cavolini di Bruxelles con una cottura inadeguata:

  • CAVOLO CAPPUCCIO – Nel caso della verza o del cavolo cappuccio, per esempio, vi consigliamo di mangiarli crudi. Tagliatelo a fettine sottili, irroratelo con abbondante aceto, unitevi una patata lessa sbucciata e ancora calda e qualche seme di finocchio. Lasciate riposare per tre ore prima di aggiungere olio, mescolare e portare a tavola questo gustoso piatto austriaco. Se invece preferite un piatto caldo vi consigliamo di sminuzzarlo e cuocerlo al vapore o, meglio ancora, per 10 minuti nel microonde ad alta temperatura.
  • BROCCOLI – Per broccoli si intendono i cavoli broccoli le cui ”teste” un po più piccole di quelle del cavolfiore si usano in cucina crude o cotte. Oltre che semplicemente lessate o cotte al vapore e condite con olio extravergine d’oliva e sale e pepe macinati al momento, le possiamo cucinare  abbinate alle carni al pesce, come condimento per la pasta e come base di creme e sformati.
  • CAVOLFIORE – Il cavolfiore di colore giallo pallido, bianco, o il ”verde romanesco”, ha grosse infiorescenze . Con la sua perfetta formula di sali, vitamine e antiossidanti è la verdura di stagione da non far mancare a tavola. Contiene poche calorie, è di facile preparazione, molto buono e saporito e si può mangiare crudo in pinzimonio e  in insalata, oppure cotto: in creme, minestre, bollito, fritto o gratinato.
  • CAVOLO VERZA – Il cavolo verza è chiamato anche semplicemente verza ed è a forma di grosso cespo rotondo di colore verde cupo. Le verze sono utilizzate per le lunghe cotture, per preparare involtini, zuppe e sono ottime anche crude.