Come rendere la cucina sicura a prova di bambini

Di tutte le stanze della casa, la cucina è certamente la più rischiosa. Pochi ci fanno caso, almeno fino a che in casa non arriva un bambino. A quel punto tutti i punti critici saltano immediatamente agli occhi, e da rassicurante focolare domestico la cucina vi potrà sembrare una pericolosissima giungla. Lame affilate, elettrodomestici inquietanti e minacciose fonti di calore possono arrivare a farvi temere per l’incolumità del vostro bebè. Noi invece vi diciamo di stare tranquilli: è vero, i pericoli ci sono, ma anche molti modi per rendere la cucina sicura a prova di bambino. Analizziamoli insieme punto per punto:

  • Coltelli e utensili affilati
    Le lame sono molto pericolose in mano ad un bambino, per questo è bene che stiano lontano dalla loro portata. Mettete i coltelli da cucina in un ceppo e posizionatelo su un ripiano alto della cucina. I coltelli delle posate da tavola tenetele nel cassetto più alto della cucina, così i bambini più piccoli non riusciranno ad aprirlo, per sicurezza mettete comunque dei blocca cassetti i blocca ante.

  • Detersivi
    Certo metterli sotto il lavello è l’istinto naturale di tutti, ma purtroppo è anche il primo posto in cui va a rovistare un bambino. Per evitare il rischio intossicazioni spostateli subito da lì. Scegliete un mobile posizionato in alto, inaccessibile al bambino e se possibile chiuso a chiave. In ogni caso come precauzione in più posizionate in fondo allo scomparto i detersivi più pericolosi.
  • Forno e fornelli
    Esistono in commercio delle protezioni per i fuochi della cucina studiati appositamente per salvaguardare i più piccoli. Se poi vi capita di dovervi allontanare dai fornelli per qualche minuto abbiate l’accortezza di spostare le pentole sui fornelli più vicini alla parete.
    Se il vostro forno è alto non ci sono problemi quando lo usate, ma se si trova sotto i fornelli, praticamente ad altezza bambino, impedite al bambino l’accesso alla cucina: è troppo rischioso lasciarlo gironzolare il prossimità del suo vetro rovente.
  • Tovaglia
    Ai bambini piace appendersi alla tovaglia o tirarla. Il risultato potrebbe essere bicchieri in frantumi e piatti rotti purtroppo! Potete salvaguardare le vostre stoviglie se assicurate la tovaglia al tavolo con l’apposita pinzetta.
  • Prese elettriche
    Le prese elettriche della cucina vanno trattate come tutte le altre che ci sono in casa: se avete un bambino piccolo in giro chiudete i buchi con gli appositi blocca presa che trovate in commercio.
  • Alimenti
    Se potete tenete i cibi da dispensa negli armadietti più alti, ma se proprio dovete usare quelli bassi chiudeteli con i blocca ante. Per i cibi conservati in frigo invece mettete nei ripiani più bassi quelli di maggior dimensione o quelli sgraditi al bambino: non cadrà nella tentazione di prenderli.
  • Educate il bambino a riconoscere i pericoli
    Un bambino non è mai troppo piccolo per essere messo a conoscenza dei pericoli che ci sono in cucina. Anche se vi sembra che non possa ancora capire continuate ad avvertirlo su cosa si può fare e cosa non si può fare con costanza e perseveranza. Vedrete che nel giro di pochissimi anni tutte queste accortezze non serviranno più.