Come realizzare un acquario zen

COME REALIZZARE UN ACQUARIO ZEN

Se dovete rinnovare il salotto di casa, considerate la possibilità di allestire un acquario zen, a patto che sia pieno di colori e di vita! Non mancherà di catalizzare l’attenzione sia dei vostri ospiti che dei vostri bambini. Scopriamo insieme le origini di un acquario zen e come realizzarlo.

LEGGI ANCHE: Come appendere un quadro

STORIA

L’estremo oriente ed in particolare il Giappone sono sempre stati patria di filosofi e ricercatori della giusta armonia vitale attraverso gli elementi naturali ed anche in acquariologia grazie alla persona di Takashi Amano (primo a proporre tali vasche) questa ricerca dell’armonia ha dato vita all’acquario zen. Possiamo affermare che l’acquario zen è un angolo di natura sommersa nel quale l’armonia e le proporzioni tra i vari elementi presenti in vasca restituiscono all’acquariofilo un quadro naturale assolutamente mozzafiato.

LEGGI ANCHE: Come pulire l’acquario

TIPOLOGIE

Un acquario ben fatto, realizzato anche da mani poco esperte, di per sé è già un elemento di arredo unico. Se a questo aggiungete poi un pizzico di creatività, ne farete il punto focale del vostro salotto: ne parleranno tutti e vedrete che gli amici faranno la fila per essere vostri ospiti. L’estro creativo in acquariologia trova sicuramente un ambito di applicazione nell’arredamento interno della vasca. Qui le scuole di pensiero sono le più disparate, ma sicuramente uno degli arredi naturalistici più belli da vedere, una volta terminato, è quello zen.

POTREBBE INTERESSARTI: Come allestire un acquario in salotto

Lo zen, più che un acquario, è una vera e propria opera d’arte: basta andare su internet per ammirare lo stato dell’arte raggiunto dai creatori di questi oggetti. Fatevi quindi aiutare da un esperto nella realizzazione di questa tipologia di acquari e resterete meravigliati dalla bellezza dei veri e propri paesaggi che prenderanno via via forma sotto i vostri occhi.
Gli acquari zen sono caratterizzati da una estrema cura nella selezione delle piante e dei pesci: la disposizione degli elementi, infatti, costituisce un tratto distintivo fra questi e gli acquari classici che si possono ammirare nella maggior parte delle case. Tutto è fatto secondo i dettami del maestro Takashi Amano, padre di questa particolare corrente dell’acquariologia.

Se i nostri consigli su come realizzare un acquario zen vi sono piaciuti continuate a seguirci sul nostro sito www.soluzionidicasa.com e sulla nostra pagina Facebook.