Come prendersi cura dei capi in lana

COME PRENDERSI CURA DEI CAPI IN LANA

Il freddo ormai è alle porte e tutti stiamo tirando fuori dall’armadio i nostri preziosi capi in lana. Non è detto però di trovarli in perfetta forma;  vuoi perché in primavera abbiamo fatto il cambio dell’armadio di corsa, vuoi perché qualche piccola tarma si è intrufolata, possiamo imbatterci in brutte sorprese. Come rimediare?

ADDIO PELUCCHI

Partiamo dai casi meno difficili. Immaginiamo di tirare fuori il nostro maglioncino preferito ma di scoprire che non è più quello di una volta: sulla lana si sono formati dei fastidiosi pelucchi. Noi vi proponiamo ben 4 soluzioni per far tornare la stoffa come nuova:

  • Rasoio: Prendete un vecchio rasoio elettrico che il vostro compagno non utilizza più oppure un rasoio usa e getta e passatelo sopra il tessuto con delicatezza
  • Pettine a denti stretti: Se in casa non avete rasoi un’ottima alternativa è il pettine. L’importante è che sia con i denti stretti in modo che riesca a trattenere i pelucchi
  • Nastro adesivo: Uno dei metodi più classici è quello di usare un rotolo di nastro adesivo da pacchi. Naturalmente dovete fare in modo che la parte con la colla sia all’esterno
  • Pietra pomice: Ultimo escamotage è quello di utilizzare la pietra pomice. Chi l’ha detto che serva solo per fare uno scrub alla nostra pelle? Se la passiamo delicatamente sulla nostra maglia riesce a staccare i pelucchi senza rovinare il tessuto!

LEGGI ANCHE: Come piegare i maglioni

RAMMENDATRICI FAI DA TE

Se scopriamo che il nostro maglioncino è andato in pasto alle tarme non dobbiamo disperarci perché esistono tante soluzioni pratiche e veloci che possono ridare una seconda vita al nostro capo:

  • Mettiamo il caso che il nostro maglioncino abbia semplicemente un filo tirato, il nostro kit fai da te prevede: penna biro senza inchiostro oppure matita senza punta. Questa può essere anche una soluzione per rimediare a un danno in emergenza se siamo fuori casa e non abbiamo l’ago a portata di mano. Grazie a questi due strumenti cerchiamo di riportare il filo all’interno del maglione.

GUARDA IL VIDEO: Come lavare la lana a mano

E se il maglione ha un piccolo buchetto? Abbiamo  una soluzione che rivoluzionerà la vita di molti: la lana con cosa si può aggiustare se non con la lana stessa? Guarda questi morbidi batuffoli di lana neozelandese, non immagini quanto sia facile utilizzarli! Esistono in diversi colori, basta scegliere quello che ci piace di più sul nostro maglione. Possiamo andare tono su tono oppure per contrasto! Si opera così:

  • mettiamo una spugnetta sotto il punto in cui si trova il nostro buchetto oppure dove il tessuto è liso.
  • appoggiamo il nostro morbido batuffolo di lana. Se vogliamo dare alla toppa una forma particolare possiamo usare anche un coppa pasta o uno stampino per dolci
  • con un ago piuttosto lungo iniziamo a picchiettare il batuffolo proprio come se volessimo bucare qualcosa. Grazie a questi movimenti la lana del batuffolo si fisserà alla trama della maglia

ANTI TARME NOVEMBRINO

Qualche tutorial fa abbiamo preparato un buon anti tarme con buccia d’arancia e chiodi di garofano. Ci avete scritto chiedendoci delle alternative. Ne abbiamo una che è proprio adatta per questo periodo, si tratta delle castagne dell’ippocastano conosciute anche come castagne matte o castagne d’India. Queste castagne non sono commestibili ma hanno uno scopo puramente ornamentale, trovarle e davvero semplice: basta fare un giro in un parco qualsiasi e ne troverete a bizzeffe. Raccogliete quelle già cadute dall’albero, portatele a casa, asciugatele e inseritele all’interno dei sacchettini in tulle. Appendete questi sacchetti nel vostro armadio e terrete le tarme lontane dal vostro guardaroba.

Se i nostri consigli su come prendersi cura dei capi in lana vi sono piaciuti continuate a seguirci sul nostro sito www.soluzionidicasa.com e sulla nostra pagina Facebook.