Come eliminare le macchie di polline

Macchie sui vestiti

Che buon profumo questo bel fiore e.. Ecco apparire sulla la nostra bella camicetta in seta bianca una bella macchia di polline di un bel giallo ocra. La poesia è finita ed ora c’è posto solo per la rabbia di aver rovinato quella camicetta così costosa con la paura che non ci sia rimedio alcuno. Ma niente paura.. liberarsi del fastidioso polline, in questi casi, è meno complicato di quel che si possa immaginare.
Va innanzi tutto ricordato che la seta è una fibra animale e quindi è possibile lavarla in acqua (fredda mai calda) con saponi neutri, anche uno shampoo per bambini. Non è questo però il nostro caso perché se provate a bagnare la macchia di polline otterrete un effetto disastroso, il polline si scioglierà espandendosi e penetrando nel tessuto ed allora addio camicetta! Non dovete neanche sfregarlo con le mani perché otterreste lo stesso identico risultato descritto poche righe sopra. E allora non vi rimane altro da fare che aspettare che il polline si “asciughi” e poi utilizzare una spazzola per eliminarlo.
In alternativa uscite a comprare (se non l’avete già in casa) un bel rotolo di nastro da pacchi, disponete la vostra camicetta ben distesa su di un tavolo e applicate strisce di nastro da pacchi sulla macchia di polline e poi rimuovetele energicamente. Il polline vi rimarrà attaccato e sulla vostra camicetta rimarranno solo pochi residui. A questo punto stendete il capo al sole e lasciatecelo per un paio d’ore. Quando andrete a ritirarlo, come per magia, il polline sarà scomparso e la vostra camicetta sarà tornata perfettamente pulita.
A questo punto, per togliere ogni residuo, lavatela in acqua fredda con un sapone neutro e, se il vostro capo è bianco, potete sbiancarlo ulteriormente lasciandolo immerso in una bacinella con acqua fredda e due cucchiai di acqua ossigenata per alcuni minuti, se invece il vostro capo è in seta colorata aggiungete un cucchiaio di sale per fissare meglio il colore. Risciacquate e stendete, all’ombra, senza strizzare. La prossima volta però cerchiamo di stare più attente a dove infiliamo il naso!