Ragnatele addio! Come liberarsene

I ragni e le ragnatele sono la tua ossessione? Allora liberatene il più velocemente possibile! Se pensi che sia più facile a dirsi che a farsi è perché probabilmente non utilizzi i prodotti giusti. Con le ragnatele poi, non è sempre facile, perché puoi ritrovartele ovunque: in alto, in basso, dietro i mobili, negli angoli bui o addirittura tra una parete e l’altra. Se con quelle ad altezza d’uomo non ci sono problemi, per quelle “irraggiungibili” le cose si complicano parecchio. 

Come fare per dire addio a tutte le ragnatele?

Per fortuna ti viene in aiuto il ragnatore de La Briantina, l’azienda che da oltre 60 anni commercializza i migliori prodotti per la cura della casa! Si tratta di uno strumento particolare, a metà strada tra una scopa e una spazzola, con le caratteristiche ideali per rimuovere le ragnatele. Uno dei migliori è il Ragnatore Giavellotto.

Questo ragnatore ha una caratteristica forma a freccia, e la parte più appuntita è fatta apposta per infilarsi agevolmente negli angoli. Le sue setole fittissime e semirigide sono perfette per intrappolare le ragnatele, e grazie all’attacco del manico universale puoi fissarlo ad un manico telescopico in grado di raggiungere anche i soffitti più alti senza dover salire su una scala. E poi c’è il nuovo ragnatore completo di snodo che si chiama Trident

Come rimuovere le ragnatele:

  1. Ispeziona la stanza da cima a fondo per individuare tutte le ragnatele da rimuovere. Concentrati soprattutto negli angoli bui, dietro scatoloni o pile di giornali e nelle zone che movimenti poco.
  2. Monta il Ragnatore Giavellotto su un manico telescopico e comincia col rimuovere le ragnatele posizionate più in alto.
  3. Procedi sempre dall’alto al basso, accorcia la lunghezza del manico e prosegui con le ragnatele ad altezza d’uomo.
  4. Per ultime rimuovi le ragnatele dagli angoli bassi, vicino al pavimento.

Come pulire il ragnatore

Una volta terminata la rimozione delle ragnatele lava accuratamente il Ragnatore Giavellotto. Smontalo dal manico e mettilo sotto un getto di acqua calda fino a 60°. Fallo poi asciugare all’aria ma non sotto la luce diretta del sole, e con le setole rivolte verso l’alto. Ogni dieci o quindici utilizzi effettua una pulizia più approfondita: riempi un secchio con acqua calda, aggiungi 50 ml di sapone di Marsiglia liquido e metti il ragnatore in ammollo per circa 30 minuti. Risciacqua bene e metti ad asciugare.

       

Eliminare le ragnatele senza uccidere i ragni

Se il tuo animo etico e rispettoso della natura ti impedisce di uccidere i ragni, puoi comunque liberarti delle ragnatele senza commettere stragi mediante una particolare trappola. Prima di utilizzare il Ragnatore Giavellotto individua i ragni e cerca di farli entrare in un tubo lungo circa 40 cm alla cui estremità avrai fissato una scatola. Una volta intrappolati tutti i ragni recati all’aperto e apri la scatola per liberarli. Procedi quindi con la rimozione delle ragnatele.