ORGANIZZATI PER AVERE L’OCCORRENTE PER LE MACCHIE

Per una vita senza macchia e senza paura il segreto è l’organizzazione!

Ecco tutto quello che serve per farsi trovare sempre pronti e vincere la battaglia del pulito.
Le macchie sono il nemico numero uno del bucato. Per sconfiggerle è fondamentale disporre di un arsenale di armi adatte, capaci di eliminare ogni tipo di macchia al primo colpo.

Tuttavia, non sono necessari prodotti costosi o sofisticati: per vincere la battaglia contro le macchie bastano alcuni ingredienti naturali, tanto semplici quanto efficaci, che se usati correttamente diventeranno il vostro esercito a difesa del pulito.

Preparate carta e penna e fate i dovuti rifornimenti, ecco la lista degli indispensabili per eliminare le macchie dal bucato.

  • Aceto bianco di alcol o di vino

Questo ingrediente così economico è perfetto per smacchiare le fibre naturali, come la seta o la lana. Meglio però diluirlo con acqua, nella proporzione di 1 cucchiaio per litro d’acqua. Preparate la miscela, spruzzatela sulla macchia e lasciate agire qualche minuto prima di lavare il capo. Noterete che oltre a smacchiare, l’aceto bianco contribuirà a ridare brillantezza alle fibre. Non usatelo sulle fibre sintetiche che invece tendono a opacizzarsi se trattate con questa sostanza.

  • Acetone

Il comune solvente per le unghie può essere usato per eliminare le macchie di smalto dai vestiti o dal tappeto, ma è indicato solo per le fibre naturali, mai per quelle sintetiche. Tamponatelo sulla macchia con un dischetto di cotone, cambiandolo spesso e ripetendo l’operazione fino a che la macchia non sarà completamente eliminata.

  • Acido Citrico

L’acido citrico è un composto presente naturalmente negli agrumi che viene venduto sotto forma di polvere o granuli e che può trasformarsi in un valido alleato per le macchie e nelle pulizie di casa! Si trova facilmente in farmacia, in erboristeria e nei negozi di prodotti naturali, oltre che online. Non costa molto, circa 4 o 5 euro per una confezione da 500 g. Diluito in acqua, permette di realizzare prodotti fatti in casa per la pulizia o per il bucato. Queste le proprietà dell’acido citrico:
• anticalcare;
• disincrostante;
• ammorbidente;
• brillantante;
• anti-infeltrente;
• per togliere le macchie;
• per fissare i colori scuri;
• per lucidare l’acciaio.

  • Acqua ossigenata

Oltre a essere un ottimo disinfettante, l’acqua ossigenata può essere usata per smacchiare i tessuti, ma solo se si tratta di capi bianchi e in fibra naturale. I tessuti sintetici e i colorati infatti tendono a perdere colore se trattati in questo modo. Per utilizzare al meglio il suo potere smacchiante, scegliete acqua ossigenata a 12 volumi e diluitela in acqua al 10%.
Alcol. L’alcol, leggermente diluito con acqua, è ideale per eliminare le macchie di inchiostro dai vestiti e, in molti casi, si rivela efficace anche per l’unto. Procedete così: tamponate la macchia con una soluzione di alcol e acqua su un batuffolo di cotone, cambiandolo spesso man mano che l’inchiostro viene assorbito. Usate l’alcol tranquillamente sulle fibre naturali, ma fate più attenzione con i sintetici: in questo caso conviene fare prima una prova in una zona nascosta del capo per testare la resistenza delle fibre e dei colori.

  • Ammoniaca

Anche questa sostanza è un ottimo smacchiatore universale, ma non deve assolutamente essere impiegato sulla lana e sulla seta. Sugli altri tessuti è comunque opportuno diluirla con acqua al 20%.

  • Borace

Si tratta di sale di boro, una sorta di polvere capace di eliminare le macchie dai tessuti di cotone e di lino. Questo smacchiatore ecologico è reperibile in farmacia e nei negozi di prodotti naturali, ha un costo ridotto ed è molto efficace. È utile anche per riportare la biancheria ingiallita dal tempo all’antico splendore del bianco puro.

  • Glicerina

È una sostanza di origine vegetale e di solito si trova già presente in molti saponi. Può essere acquistata pura per trattare le macchie difficili e ostinate. Si presenta come una sostanza gelatinosa trasparente, solubile in acqua o alcol, ed è utile soprattutto per ammorbidire le macchie secche che così si staccano dalle fibre più facilmente.
La glicerina è ottima per le macchie di natura grassa, in particolare sui tessuti delicati come la seta e non lascia aloni o tracce sui capi trattati.

  • Latte

Il normale latte che avete in frigo potrà tornarvi utile se dovete smacchiare i capi particolari come quelli in pelle ed ecopelle.
Usatelo sulle macchie tamponandolo con un batuffolo di cotone.

  • Percarbonato

Percarbonato di sodio è un prodotto eco-compatibile, si utilizza soprattutto per smacchiare e igienizzare la biancheria. Può essere usato per il lavaggio a mano e in lavatrice. A contatto con l’acqua calda sviluppa ossigeno attivo svolgendo un’azione detergente , smacchiante, sbiancante e igienizzante sui tessuti sia bianchi che colorati. Vi basterà aggiungere 2 cucchiai direttamente nel cestello della lavatrice. Come pretrattante, spargere una piccola quantità sulle macchie, inumidire con acqua tiepida, lasciare agire e procedere al lavaggio.
Non usare su macchie di sangue.

  • Sale fino

Il comune sale da cucina può essere impiegato per rimuovere macchie difficili come quelle di vino o di cioccolato. Cospargetelo sulle macchie ancora fresche e lasciate agire qualche minuto. Infine rimuovetelo e lavate il capo normalmente.

  • Sapone di Marsiglia

È un detergente tanto delicato quanto efficace. Realizzato solo con ingredienti naturali, il sapone di Marsiglia rispetta le fibre e agisce contro le macchie. È indispensabile per pretrattare i polsini e i colletti delle camicie e per aumentarne l’efficacia va utilizzato sui tessuti asciutti. Strofinate le parti con un panetto di sapone di Marsiglia leggermente inumidito e poi lavate come d’abitudine.

Questo detergente ha un forte potere sgrassante. Spruzzatelo sulla macchia, fatelo agire per 15’ circa, penetrerà tra le fibre, e poi lavate come d’abitudine. Sarà il vostro passepartout in casa.

  • Succo di limone

Usato a freddo, il succo di limone vi aiuterà a eliminare le macchie di frutta; mentre se lo scaldate potete impiegarlo efficacemente contro le macchie di ruggine. Il succo di limone è un ingrediente naturale efficace ma delicato per il bucato perché, anche se contiene una sostanza attiva come l’acido citrico, la sua concentrazione non è alta a tal punto da rovinare le fibre. Per questo motivo può essere adoperato tranquillamente anche sulla lana e sulla seta.