La Tavola di Pasqua di Titty&Flavia

La Tavola di Pasqua di Titty&Flavia

Dopo tanto freddo la primavera finalmente è arrivata!
Quest’anno vi proponiamo idee nuove e bucoliche per la Tavola del giorno di Pasqua.

Iniziamo con la Tovaglia, abbiamo scelto la canapa come materiale per la tovaglia.

Una scelta non casuale: la canapa è un tessuto di origine vegetale, uno dei pochi che non richiede solventi chimici per lo sbiancamento. Dà alla nostra tavola un tocco naturale già in partenza.

Vogliamo trasformare la tavola di Pasqua in un giardino. Sarà piena dei colori della primavera e tutti veri, nessuno artificiale. Tante idee per una tavola bucolica!

Guarda il video della puntata

Da dove partiamo?

Dai sottopiatti.
Abbiamo preso dei rami flessibili che vengono piegati e intrecciati fino formare una coroncina di circa 35 cm di diametro e vuota al centro.
Le 6 coroncine assemblate utilizzando del filo di ferro sottile da giardiniere, vengono posizionate sulla tavola come sottopiatti e sopra ognuna di esse è collocato un piatto piano.

Abbiamo immaginato che i nostri sottopiatti potessero assomigliare a dei nidi.
Ci siamo procurate da un fiorista alcuni rami flessibili, li abbiamo piegati in questo modo fino a ottenere una coroncina di queste dimensioni. Su cui posizionare poi il primo piatto.


Ma ogni nido reclama le sue uova e allora giochiamo a nascondere sotto il nostro piatto delle piccole uova dolci. Così al termine dell’ultima portata i nostri ospiti scopriranno la sorpresa.

Si nascondono delle mini uova dolci sotto il piatto sospeso sopra il nostro nido.

Ora proponiamo un centrotavola.

Anche questo completamente naturale partendo da una verza, da cui ricaviamo un vaso.


È una verza da mangiare naturalmente, quindi tutto ciò che tagliate ora e il vaso stesso potrete usarlo per qualche piatto, basta cucinarlo.
Al centro mettiamo dei fiori, noi abbiamo scelto dei tulipani, che fanno da contraltare alla verza che di fatto è una verdura molto comune nei piatti “poveri” della tradizione.

Si scava in una verza lo spazio per introdurre il vasetto di vetro e una volta posizionato vengono introdotti dei tulipani.

Poi vogliamo inserire anche qualcosa di naturale da sbocconcellare prima del pasto.
Un bel pinzimonio. Dove lo mettiamo? Dentro questi bicchieri, ma non prima di averli colorati con una foglia di cavolo e di radicchio.

Come fare?
Attorno a dei bicchieri di vetro viene avvolta una foglia di cavolo tenuta da uno spago.
Dentro i bicchieri posizioniamo il pinzimonio.

I tovaglioli?
Per decorare i nostri tovaglioli fissiamo un rametto di erba aromatica con una molletta di legno a ognuno di essi. Quando i nostri ospiti porteranno i tovaglioli alla bocca odoreranno di natura.


Si tagliano 6 rametti da 6 tipi diversi di aromi e si uniscono ai tovaglioli con una molletta di legno.

E le erbe aromatiche in tavola?
Si mascherano i vasetti di vetro vuoti che erano di marmellata, sottaceti, maionese, che adesso contengono le piante aromatiche da mettere sulla tavola, con corda e yuta fissate con biadesivo o colla a caldo.

Con l’aiuto di una forbice si possono staccare a piacere e aggiungere ai piatti. Mi raccomando di pulire in precedenza i rami.

Piatti e posate hanno volutamente uno stile grezzo per armonizzarsi meglio con questo spirito bucolico.

I nostri segnaposto porta uovo sono scelti utilizzando la pianta di Saggina Subulata, che è come un minisiepe.
Si può aprire al centro senza problemi. Ricaveremo un’apertura sopra questa cupola e ci piazzeremo il nostro uovo sodo su cui abbiamo scritto il nome del commensale.

Intrecciamo poi una campana di vimini con dei fiori di campo, quel che basta per nascondere il contenuto di una colomba di cioccolato bianco.

La nostra tavola si è trasformata in un vero giardino pasquale.

Guarda il video della puntata