Come tingere i vestiti in modo naturale

COME TINGERE I VESTITI

Se siete stufi del colore anonimo di un vestito che però vi piace ancora come forma? Oppure avete una borsa di tessuto che non si abbina a niente? Allora perché non provate a cambiargli colore? Ebbene si, oggi vi spieghiamo come tingere i vestiti o i tessuti. Le tecniche per farlo sono diverse. Potete tingere direttamente in lavatrice i vostri indumenti usando le apposite tinture da acquistare nei colorifici o nei supermercati, ma potete anche farlo a mano con tinture naturali. Noi vi spiegheremo passo a passo come tingere i vestiti, tessuti e cuscini con sostanze del tutto naturali, per ottenere un risultato stupefacente e assolutamente green.  Innanzitutto diciamo che si possono tingere in maniera naturale con risultati soddisfacenti solo le fibre di origine naturale, ossia cotone, lino, seta e lana. Fate attenzione però a scegliere solo tessuti che reggono bene le alte temperature, perché dovrete bollirli per alcune ore. Ricordate infine che più un tessuto è leggero migliore sarà il risultato finale. Vediamo ora passo a passo come tingere i vestiti:

LEGGI ANCHE: Usi alternativi della lavatrice

PREPARAZIONE DEL COLORE

La prima fase da fare è la preparazione del colore. Se volete ottenere un colore marrone vi basterà utilizzare delle bustine di tè o dei fondi di caffè così come sono, se invece utilizzate ingredienti come foglie o piante dovete prima frullarle ed ottenere una poltiglia. A questo punto mettete l’ingrediente che rilascerà il colore in una vecchia pentola, preferibilmente smaltata, e copritelo con una quantità d’acqua doppia rispetto al suo volume. Mescolate con un cucchiaio di legno e portate a bollore. Fate bollire in modo dolce per circa un’ora, poi spegnete e fate raffreddare il composto con gli ingredienti dentro. Quando saranno passate alcune ore e il composto sarà completamente freddo filtratelo con un colino a maglia fitta per eliminare le sostanze che hanno rilasciato il colore. A questo punto il vostro colorante naturale è pronto.

LEGGI ANCHE: Il decluttering

MORDENZATURA

Ora preparate il tessuto da tingere. Prima di tutto va lavato e se presenta delle macchie grasse vanno assolutamente eliminate, altrimenti il risultato finale sarà deludente e le macchie ancora più evidenti. Dovete quindi procedere alla mordenzatura, ossia un trattamento che consiste nell’immersione dei capi in un mordente per almeno un ora. Il mordente consente al colore di fissarsi meglio e può essere fatto con 1 parte di aceto bianco e 4 parti di acqua fredda, o 1 parte di sale e 16 parti di acqua fredda.

TINTURA

A questo punto sciacquate il capo dalla soluzione di mordente e strizzatelo, immergetelo a freddo nel colore facendo in modo che ne sia completamente coperto. Aggiungendo dell’acqua se necessario. Portate la pentola sul fuoco e fate bollire per circa 2 ore. Poi spegnete e lasciate raffreddare il tessuto nell’acqua colorata. Quando il colore è di nuovo freddo estraete il vestito che avete tinto e sciacquatelo in acqua fredda. Fate asciugare e il gioco è fatto. Per far durare il colore più a lungo nei lavaggi successivi utilizzate sempre acqua fredda.

Se i nostri consigli su come tingere i vestiti vi sono piaciuti continuate a seguirci sul nostro sito www.soluzionidicasa.com e sulla nostra pagina Facebook.