Come tenere pulite scope e stracci

Essere in grado di mantenere puliti stracci e scope è decisamente importante per favorirne l’efficacia.

Vediamo, dunque, quali sono gli accorgimenti da mettere in pratica per pulire tali strumenti.

Le scope, una volta usate, devono essere sbattute con vigore; dopodiché, è opportuno passare un pettine a denti larghi tra le setole, lavandole quindi con sapone e acqua calda.
In alternativa, è possibile impiegare anche una soluzione composta da un cucchiaio di ammoniaca per ogni litro di acqua.
Dopo averle lavate, le scope devono essere messe all’aria aperta ad asciugare, avendo cura di tenerle capovolte per evitare di formare le setole.
Per quel che riguarda le scope di saggina appena comprate, esse devono essere immerse in una soluzione di sapone e acqua calda per un’intera notte.
Le scope di crine vanno pulite, infine, con il bicarbonato, così come quelle di nylon.

A proposito degli stracci, invece, per lavarli è opportuno ricorrere a una soluzione di acqua e ammoniaca: quindi, essi devono essere risciacquati con cura attenzione.
Una volta puliti, gli stracci vanno collocati all’aria aperta, così che possano asciugarsi naturalmente, ed evitare che compaiano cattivi odori.
Vale la pena di mettere in evidenza che gli stracci possono essere lavati anche ponendoli in lavatrice, naturalmente eseguendo lavaggi separati rispetto agli altri capi. Inoltre, dopo aver terminato il lavaggio, sarà bene controllare il filtro della lavatrice e pulirlo, per impedire che i residui di polvere e sporco rovinino e danneggino gli altri vestiti messi a lavare negli utilizzi successivi.

Naturalmente, ogni volta che si utilizza uno straccio per la polvere è consigliabile sbatterlo, al termine dell’uso, fuori dal balcone o dalla finestra, per rimuovere la polvere in eccesso. La stessa accortezza vale per le scope: occuparsi della pulizia di tali strumenti in maniera regolare e costante, ogni volta che vengono utilizzati, permetterà di faticare di meno quando si tratterà di lavarli in maniera definitiva.