Relooking dell’armadio dei vestiti

Relooking dell’armadio dei vestiti

È iniziato il nuovo anno! È tempo di cambiamenti, di buoni propositi e soprattutto di novità. Se siete anche voi ancora in preda all’euforia che caratterizza tutti gli inizi non perdete tempo, ma cogliete l’attimo e portate una ventata di cambiamento anche nel vostro guardaroba.
Il relooking dell’armadio dei vestiti non può più attendere, quindi sprigionate la vostra rinnovata energia alla ricerca del modo migliore per sistemare vestiti, giacche, maglioni, calze e accessori. Noi vi saremo accanto e vi daremo tutti i consigli giusti.

Prima di tutto la cura dell’armadio

Non potete pensare ad un vero relooking se prima di tutto non vi prendete cura dell’armadio, e con questo intendiamo dire il mobile in se per se. Come ogni elemento di mobilio della casa, l’armadio va pulito, spolverato, coccolato e, quando è il caso, rimodernato. Per avere un’idea precisa sul da farsi cominciate togliendo tutto ciò che contiene. Per il momento appoggiate ogni cosa sul letto, alla classificazione penserete dopo.

Una volta svuotato, pulite accuratamente l’armadio con uno spray antipolvere home made. Mescolate in un contenitore spray 250 ml di acqua calda, 50 ml di aceto bianco, 2 cucchiai di olio di mandorle e 1 cucchiaio di succo di limone.
Passatela sulle parti interne ed esterne del mobile con un panno in microfibra..

Operazione restauro

Se a questo punto l’armadio dovesse presentare i segni dell’età ben in evidenza non disperate, ma adottate questi trucchi per riportarlo a nuova vita.

Miscela nutriente per smacchiare, nutrire il legno

  • ½ bicchiere di aceto bianco, ½ bicchiere di olio d’oliva, ¼ di bicchiere di acqua. Mettete la miscela in un nebulizzatore, spruzzate e strofinate con un panno in microfibra.

Miscela per dare lucentezza al legno

  • 30 g di cera d’api, 30 g di paraffina, 1 tazza di olio d’oliva, 5 gocce di olio essenziale di lavanda. Sciogliete la cera e la paraffina in pentolini separati, unite all’olio d’oliva, fate raffreddare e aggiungete l’olio essenziale. Otterrete una pasta da stendere sull’armadio con un panno morbido.

Pasta antimuffa per legno

  • 250 g di sale fino, 1 spruzzata di aceto bianco, 5 cucchiai di acqua ossigenata, 1 cucchiaino di tea tree oil. Usate questa pasta abrasiva con una spugna solo dove vedete la muffa.

Trucco per graffi e segni

Immergete un pennellino in una tazza di caffè, poi passatelo sui graffi. Ripetete fino a che i segni non saranno diventati dello stesso colore del legno.

Se a questo punto il risultato ancora non vi soddisfa avete un’altra possibilità per salvare il vostro armadio. Per recuperare gli esterni malandati potete decapare, verniciare e decorare con decoupage, mentre per ridare vita alle parti interne, o per dare un tocco di colore insolito, potete applicare alle pareti e ai cassetti della carta da parati.

L’organizzazione dei vestiti

Ora che l’armadio è pronto potete riempirlo di nuovo. Ma attenzione! Non fatelo casualmente, seguite piuttosto delle linee guida, per avere tutto in ordine e sistemato in modo funzionale.

Acquistate grucce tutte uguali, in legno o in plastica, ma sempre di buona qualità e preferibilmente dello stesso colore: l’effetto “ordine” è garantito.

Adottate metodi salvaspazio, come scatole impilabili, organizer per armadi, divisori per cassetti ecc. Scegliete scatole o contenitori che abbiano una finestrella trasparente che vi permetta di vedere immediatamente il contenuto, o in alternativa applicate delle etichette adesive sul lato frontale.

Valutate bene ogni capo prima di rimetterlo nell’armadio. Questa operazione è fondamentale per evitare di accumulare abiti o accessori che non usate più, ma che continuano ad occupare spazio prezioso. La regola dice, in questi casi, che se un capo non viene indossato da più di un anno probabilmente non lo metterete più. Raccogliete i vari pezzi in mucchi separati contrassegnati così: “da buttare”, “da vendere”, e “da regalare”.

Scegliete un metodo di stoccaggio per assegnare ai vestiti e agli accessori i vari scomparti dell’armadio: per colore, per funzione, per stagionalità ecc. e seguitelo scrupolosamente. Una volta memorizzato sarà molto più facile ritrovare il capo giusto in un attimo.