I lavaggi a freddo

I LAVAGGI A FREDDO – Tra le tante opzioni proposte dalle lavatrici di oggi c’è anche il programma di lavaggio a freddo. 
Cerchiamo di capire in quali casi utilizzarlo e di cosa si tratta esattamente.

COS’È IL LAVAGGIO A FREDDO – Innanzitutto è bene capire di cosa si tratta: per lavaggio a freddo s’intende quello con acqua a trenta o quaranta gradi. Molto spesso si utilizza questo programma di lavaggio per sostituire quello a mano.

Quando utilizzarlo nello specifico?

QUANDO UTILIZZARLO – Innanzitutto quando l’etichetta del capo indossato lo richiede: il simbolo del lavaggio a freddo è quello della bacinella d’acqua con indicata la temperatura ideale in cui impostare la lavatrice. 

Altro caso tipico in cui serve questo trattamento è quello in cui serve proteggere i tessuti delicati: organza, seta ma anche lana e capi delicati in generale (moltissime massaie consigliano caldamente il lavaggio a freddo per rendere pulite tende e tendoni di casa, che spesso sono proprio realizzate con tessuti molto delicati).

LEGGI ANCHE: Come suddividere i capi per il bucato 

Terzo scopo per cui serve il lavaggio a freddo è mantenere vivi e protetti nel tempo i nostri capi dai colori vivaci: spesso infatti le tinte forti come il rosso o tutte le gradazioni di arancione, con il tempo tendono a ”stingere”, facendo perdere al capo tutta la sua particolarità. L’acqua a bassa temperatura aiuterà a fare in modo che questo non succeda.
Il lavaggio a freddo è anche utilissimo, anzi fondamentale, per smacchiare la biancheria, soprattutto quella che presenta macchie superficiali ma anche quella che riporta le odiose (e difficilissime da mandare via con ogni altro tipo di programma di lavaggio!) macchie di sangue. Per farle scomparire esistono, da abbinare a questo programma di lavaggio, ottimi smacchiatori che però a volte risultano un po’ cari, oppure basta pre trattare il tessuto (nel caso di capi delicati fatelo prima in un angolino nascosto per evitare di fare danni,anche se non dovrebbero esserci problemi) con della semplice acqua ossigenata a dodici o tredici volumi. Il risultato è assicurato!