Consigli Eco-friendly di T&F

Pensate come sarebbe il mondo se tutti quanti smettessimo di inquinare!! Secondo noi tornerebbe ad essere quel paradiso naturale incontaminato e lussureggiante che i nostri avi hanno conosciuto. Ma per arrivare al quel “tutti” da qualche parte dovremmo pure cominciare! Che ne dite se iniziassimo proprio da noi? Ecco quello che noi T&F facciamo ogni giorno per tutelare il pianeta. Piccoli gesti quotidiani che vogliamo condividere con voi, sperando di diventare prima “tanti” e poi “tutti”!!

• Elettrodomestici
○ Elettrodomestici solo in classe A o oltre
Costano un po’ di più, ma poi vi fanno risparmiare sul consumo, e la bolletta, di luce, gas e acqua. A conti fatti conviene, sia per voi che per l’ambiente.
○ Spegnete gli elettrodomestici!!
Se è impensabile farne a meno con i ritmi di vita moderna, perlomeno possiamo utilizzarli con criterio. Ad esempio spegnendoli quando non sono in uso. Sarebbe bene spegnerli anche quando sono in stand-by, perché quella piccolissima lucina rossa ha il suo consumo: un granello di sabbia se rilevato nel singolo giorno, una montagna se si sommano i granelli di mesi e anni!
○ Lavatrice e lavastoviglie sempre a pieno carico
Certo per avere vestiti e stoviglie pulite forse dovrete attendere un po’ di più, ma se aspettate di riempire gli elettrodomestici prima di avviare i cicli di lavaggio ne farete molti meno. Meno spreco di detersivi, luce e acqua quindi!
○ Lavaggi a bassa temperatura
A volte si pensa, erroneamente a nostro avviso, che una temperatura alta dell’acqua garantisca risultati di lavaggio migliori. In realtà non è proprio così, né per il bucato, né per le stoviglie. Una temperatura troppo alta, oltre ad essere dispendiosa, risulta spesso superflua per la rimozione dello sporco, e addirittura dannosa nei confronti dei materiali, dei quali abbrevia il ciclo di vita.
○ Usate meno l’aria condizionata
L’estate è così bella! Perché tramutarla in un inverno fuori stagione azionando il condizionatore al massimo? In fondo il nostro corpo sopporta bene anche le alte temperature: è solo questione di abitudine!
• L’acqua
○ Rubinetteria frangigetto
Quando dovete sostituire i rubinetti di bagno e cucina prendete in seria considerazione i modelli di ultima generazione con frangigetto integrato. Sono moderni e bellissimi da vedere, ma mescolano l’acqua con una piccola quantità di aria, in modo da lasciar passare solo l’acqua davvero necessaria, pur lasciando la piacevole sensazione di grande portata idrica. Stesso principio di funzionamento per i soffioni doccia più attuali, che consentono di risparmiare fino a 4 litri di acqua a minuto.
○ Chiudete i rubinetti quando non serve l’acqua
Ormai lo insegnano anche ai bambini della scuola materna, ma è bene ricordarlo e metterlo in pratica: chiudiamo il rubinetto quando ci insaponiamo sotto la doccia o quando ci spazzoliamo i denti. Quell’acqua che scorre inutilizzata è uno spreco davvero assurdo!!!
• La plastica

○ Addio bottiglie, benvenute borracce
Non trovate anche voi insensato l’uso smodato di bottigliette di plastica? Soprattutto oggi che il mercato ci propone borracce riutilizzabili dalle linee stilose assolutamente fashion. Riempiamole con acqua del rubinetto microfiltrata e portiamocele in ufficio, in palestra, al parco…ovunque!!

○ Cannucce biodegradabili
Se proprio non riuscite a rinunciare ad un cocktail come si deve, con tanto di decori e cannuccia, almeno chiedete al barista di utilizzarne una biodegradabile. Se la maggior parte dei clienti lo farà vedrete che finirà per acquistare solo quelle.
○ Dite no agli imballaggi
Quando fate la spesa potete portarvi a casa molta meno plastica del solito, sapete? Basta acquistare i prodotti sfusi! Ogni volta che ne avete la possibilità approfittatene, che si tratti di alimentari, cosmetici o detersivi, e farete un favore agli oceani, ormai strapieni di plastica!
• I rifiuti
○ La raccolta differenziata

Una corretta differenziata può ridurre moltissimo l’impatto dei nostri acquisti sull’ambiente, lo sapevate? Le principali categorie sono carta, plastica, organico e indifferenziata. Se il comune non vi fornisce gli appositi raccoglitori acquistateli voi: se ne trovano di varia forma e dimensione, adatti anche a piccoli spazi.
○ I rifiuti speciali
I farmaci, gli elettrodomestici, le pile esauste, le cartucce dell’inchiostro… ci sono oggetti che non possono essere gettati semplicemente nella spazzatura, perché altamente inquinanti e nocivi alla salute di tutti noi. Per disfarsene occorre gettarli negli appositi contenitori che troverete davanti a farmacie o negozi specializzati in quegli specifici articoli. In alternativa potete conferirli alle riciclerie comunali.