Come eliminare i pesciolini argentati

COME ELIMINARE I PESCIOLINI ARGENTATI

Se vi diciamo Lepisma saccarina, cosa vi viene in mente? Ovviamente i “pesciolini argentati”; piccoli insetti che si nutrono di carta, carta da parati, libri, fotografie, cotone, lino, seta ecc ecc. Questi esserini sono poco graditi nelle nostre case e nei nostri mobili, ma come eliminare i pesciolini argentati? Prima di passare ai vari metodi, vogliamo darvi alcuni accorgimenti pratici per evitare la loro formazione:

  • Loro vivono in ambienti molto umidi, quindi aumentate l’aerazione nel bagno e nei luoghi come cantina o sottoscala.
  • Conservate sempre libri e riviste in luoghi asciutti.
  • Se la vostra carta da parati in alcuni punti si sta scollando, magari a causa dell’umidità, cambiatela o rincollatela potrebbe essere la tana ottimale per i pesciolini d’argento.

Per stanare questi animaletti vi sono moltissimi metodi e alcuni di questi utilizzano sostante totalmente green: foglie di alloro, rametti di lavanda, patate crude, zucchero e borace. Vediamo come eliminare i pesciolini argentati:

LEGGI ANCHE: Come eliminare i parassiti della casa

ALLORO E LAVANDA

Queste due piante sono molto utilizzate contro i pesciolini d’argento. Per evitare che la carta subisca danni potete riporre negli scaffali e tra le pagine dei libri alcune foglie di alloro o dei rametti di lavanda. Ricordatevi di tanto in tanto di sostituire le foglie vecchie con alcune nuove, perché nel tempo le loro proprietà

PICCOLE TRAPPOLE

Potete inoltre creare delle esche creando una miscela di: zucchero e borace (anche l’acido borico va bene) in parti uguali che andrete a posizionare nei luoghi dove ne vedrete in maggior numero. Non solo: una volta che avete individuato la tana, potete porvi nelle vicinanze anche una piccola ciotola, dove avrete in precedenza messo una patata grattugiata che grazie all’amido attirerà i pesciolini argentati allo scoperto.

LEGGI ANCHE: Come riconoscere ed eliminare i parassiti delle piante

IL DEUMIDIFICATORE

Un’altra soluzione, meno naturale, ma comunque efficace è il deumidificatore: un apparecchio che ha lo scopo di eliminare gli eccessi di umidità da un ambiente mantenendo invariata la temperatura. È spesso utilizzato per ridurre il tasso di umidità e impedire la formazione di muffe e parassiti. Vi consigliamo di utilizzarlo, insieme ai metodi naturali, soprattutto nei mesi invernali per evitare che proliferino e che la vostra abitazione ne sia infestata.

LEGGI ANCHE: Come eliminare le cimici del letto

Se i nostri consigli su come eliminare i pesciolini argentati vi sono piaciuti e serviti, continuate a seguirci su www.soluzionidicasa.com e sulla nostra pagina Facebook