Fare la birra in casa

utensili da cucina in ordine

Il fai da te è sempre più comune, anche per quanto riguarda l’alimentazione che risulta così essere più sana e fresca. Molti ignorano però che esistono prodotti come la birra che pur essendo frutto di processo un po’ complicato in realtà sono ottenibili anche in casa. Sul mercato sono reperibili dei kit di fermentazione che rendono possibile la produzione della birra in casa. Spesso questi kit contengono tutto il necessario fatta eccezione per le bottiglie che dovremo procurarci da soli.

Gli ingredienti che useremo includono il malto di cereali (di norma d’orzo), gli zuccheri (succedanei) che andranno aggiunti durante il priming – ovvero il momento dell’imbottigliamento – e poi il lievito, una buona acqua e le spezie. In alcuni casi, proprio nella fase del priming, è possibile aggiungere anche il miele per dare alla birra un sapore più dolciastro. Prima di tutto bisogna lavare con molta cura l’attrezzatura con acqua calda. Cerchiamo poi un ambiente la cui temperatura si aggiri attorno ai 20 gradi. Questo è un requisito fondamentale, in quanto una temperatura troppo alta o bassa comprometterà di sicuro Birra , Grappa e vodkala fermentazione. A questo punto si può passare al processo di bollitura da cui otterremo il mosto.

Raffreddato il mosto a 22/20 gradi, si potrà procedere con l’inoculazione del lievito. A seconda del tipo di lievito, ci potrebbe essere bisogno dell’utilizzo di uno starter anche se nella maggior parte dei casi si può aggiungere direttamente nel fermentatore. Il mosto va poi mescolato energicamente per uno o due minuti. Dopo aver concluso anche questa fase, il fermentatore va chiuso bene. Il processo, una volta collocato il fermentatore in un luogo dalla temperatura adatta e aggiunta l’acqua, potrà così procedere indisturbato.

La fermentazione di norma inizia dopo sole poche ore. La scelta delle bottiglie è importante. Si consigliano quelle apposite, con il tappo a corona. Le bottiglie vanno lavate con acqua calda. Scelta la quantità di zucchero che vorremo aggiungere alla birra a seconda dei nostri gusti personali, si passerà al priming riempiendo le bottiglie. Una volta fatto è meglio dimenticarsi della birra per almeno 3 mesi, alla fine dei quali potremo però dissetarci con la nostra birra fatta in casa.