A ogni cibo la sua pentola per cuocerlo

Cucinare in casa non è più solo una necessità, ma anche una vera e propria passione che mette ai fornelli tutti i giorni migliaia di persone. L’esito di una buona cucina però, non è dettato solo dalle capacità del cuoco e dalla qualità degli ingredienti utilizzati; è infatti necessario avere a disposizione l’attrezzatura adatta poiché ”ad ogni cibo corrisponde la sua pentola”. Ecco alcuni consigli.
Pentole in alluminio: sono adatte per preparazioni che richiedono cotture veloci in quanto l’alluminio è un conduttore termico, come ad esempio bistecche, frittate oppure soffritti.
Pentole inox: resistenti ed inossidabili, vanno bene per cucinare qualunque tipo di cibo, anche a temperature molto alte. Sono però soggette all’usura perciò, è preferibile non pulirle con spugne abrasive e sarà necessario sostituirle appena il fondo risulterà troppo rovinato.
Pentole antiaderenti: rivestite di teflon, un materiale plastico resistente alle alte temperature, sono ideali per la cottura di carni senza il pericolo che il condimento rischi di aderire. Quest’ultimo, anche se in minime quantità, va comunque utilizzato poichè la sua assenza unita alle alte temperature della cottura, può portate così a bruciare ciò che si sta cucinando.
Pentole in rame: grazie alla loro capacità di condurre il calore, sono in grado di distribuirlo in modo uniforme così da ottenere una cottura omogenea. Sono spesso utilizzate quando è necessario rigirare il cibo, ad esempio la polenta, con utensili in legno. Se piccole parti di rame si distaccano dalla pentola, queste potrebbero rivelarsi nocive perciò, se necessario sarà meglio sostituire la pentola.
Piastre: questo tipo di pentola permette di cucinare in casa, riproponendo cibi che generalmente vengono preparati durante le grigliate in giardino. Sono adatte per cotture veloci e molto gustose, per lo più di carne, pesce e verdure grigliate appunto.
Pentole a pressione: queste pentole offrono una cottura molto pratica e veloce, oltre che benefici nutritivi. Sono adatte per la preparazione di vari tipi di cibi: verdure, carni, ecc. Avrete così piatti che risulteranno essere bolliti in tempi molto più previ e perciò godrete anche di un risparmio energetico che, secondo le ricerche, va dal 20 al 50 per cento.
Pentole in ghisa: al contrario delle pentole a pressione, queste sono molto più utili per cotture lente e più tradizionali. Adatte a piatti come arrosti, stufati, brasati o spezzatini, le pentole in ghisa hanno una superficie smaltata, resistente ed impermeabile, in grado di regalare ai cibi una consistenza molto gradevole.
Cottura a bagnomaria: questo tipo di cottura è molto adatto per la preparazione di salse o creme e molto spesso è utilizzata per sciogliere ingredienti per la preparazione di particolari ricette come ad esempio il cioccolato o il burro.Questa modalità di cottura, generalmente si effettua ponendo un pentolino, contenente l’ingrediente scelto, all’interno di un’altra casseruola più grande, contenente acqua che verrà portata a ebollizione. Il calore di quest’ultima permetterà ai vostri ingredienti di sciogliersi e di essere pronti per l’utilizzo.
Continuate a dilettarvi in cucina, ma non dimenticatevi di utilizzare gli accessori giusti. Solo così sarete dei veri cuochi.